Premiati 20 super studenti

La Fondazione CR Carpi ha premiato i giovanissimi talenti del territorio con il Premio di Eccellenza e ha ampliato il numero dei riconoscimenti a loro disposizione.

0
1672

La Fondazione CR Carpi ha premiato i giovanissimi talenti del territorio con il Premio di Eccellenza e ha ampliato il numero dei riconoscimenti a loro disposizione. Istituito dalla Fondazione CR Carpi per riconoscere il merito degli studenti delle scuole medie e per motivarli a continuare nel loro particolare impegno scolastico, promuovendo allo stesso tempo la conoscenza della lingua inglese, il concorso prevedeva in origine un soggiorno premio nella città di Londra che, quest’anno considerata la crisi sanitaria in corso a tutela della sicurezza degli studenti vincitori, è stato convertito in personal computer di ultima generazione (o tablet, sulla base alle preferenze espresse da ciascun premiato). Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione ha poi aumentato il numero dei riconoscimenti, disponibili portandolo da 15 a 20, stante l’elevato numero di giovanissimi studenti e studentesse “eccellenti” presenti sul territorio.
I vincitori sono: Virginia Annovi (A. Pio), Alessandro Balboni (Fassi), Luca Selfo Casali (Sassi), Alessandro Casoli (A. Pio), Roberta Antonia Dambrosio (Fassi), Lorenzo Della Corte (Focherini), Martina Guaitoli (M. Hack), Sofia Losi (Focherini), Alice Martello (M. Hack), Filippo Mettifogo (A. Pio), Alessia Marina Montanari (Gasparini), Niccolò Nardiello (Sassi), Christian Padovani (Sassi), Rebecca Po (M. Hack), Elena Rossi (Fassi), Pietro Spadaro (Focherini), Claudia Spasiano (Sassi), Sophia Pia Spataro (Sassi), Greta Vellani (Fassi), Paride Verona (M. Hack).
“In questo momento difficile, è importante promuovere il talento anche fra i più giovani – ha spiegato il presidente della Fondazione, Corrado Faglioni – contribuendo a motivarli per dimostrare loro che l’impegno premia sempre, non solo in un futuro che forse vedono ancora lontano, ma anche nell’immediato”.
I 20 “super studenti” sono stati individuati direttamente dai vari istituti comprensivi sulla base di specifici requisiti e in modo proporzionale alla dimensione del plesso scolastico, e poi segnalati alla Fondazione.