L’Oasi la Francesa dà appuntamento alla prossima primavera

“In considerazione del prolungamento dello stato di emergenza - spiega il presidente dell'associazione Panda Carpi, Franco Losi - il Consiglio ha deciso, che a settembre non aprirà al pubblico. Tutto, pur con sommo dispiacere, è rimandato alla primavera verrà”.

0
397

L’Oasi la Francesa di Fossoli non riaprirà a settembre e dà appuntamento a tutti gli appassionati della natura alla prossima primavera.
“In considerazione del prolungamento dello stato di emergenza – spiega il presidente dell’associazione Panda Carpi, Franco Losi – il Consiglio ha deciso, che a settembre non aprirà al pubblico. Tutto, pur con sommo dispiacere, è rimandato alla primavera verrà”.
Malgrado l’oasi sia un’area rinaturalizzata all’aperto, infatti, sarebbe difficile poter contingentare le presenze soprattutto negli spazi chiusi, come il capanno del birdwatching, il centro visite e il breve percorso nel bosco… ed evitare assembramenti.
L’oasi lo ricordiamo è gestita da volontari e, prosegue Franco Losi, “per un doverosa prudenza abbiamo pensato che da metà settembre, su prenotazione, saremo disponibili solo per le scuole, dal momento che gli alunni arriveranno attrezzati e adeguatamente controllati dai loro docenti, mentre la domenica l’oasi sarà interdetta al pubblico”.