La città ricorda i martiri del 16 agosto 1944

Domenica, 16 agosto, ricorre il 76° anniversario dell’eccidio di civili, fucilati davanti a Palazzo Pio, nella piazza che poi avrebbe preso il nome da quel tragico fatto: la città ricorderà anche quest'anno la strage, nel rispetto delle norme per prevenire la diffusione del Covid-19 (per tale ragione non ci sarà il tradizionale corteo dal Municipio).

0
507

Domenica, 16 agosto, ricorre il 76° anniversario dell’eccidio di civili, fucilati dai fascisti davanti a Palazzo Pio, nella piazza che poi avrebbe preso il nome da quel tragico fatto: la città ricorderà anche quest’anno la strage, nel rispetto delle norme per prevenire la diffusione del Covid-19 (per tale ragione non ci sarà il tradizionale corteo dal Municipio).
Il programma della mattinata prevede, alle 9, la deposizione di fiori al cippo di via Guastalla; poi alle 9,15 è previsto il ritrovo di autorità, familiari e rappresentanze direttamente davanti al Monumento ai caduti, in Piazza dei Martiri, nel punto dove avvenne il massacro: qui, alle 9,30 sarà deposta una corona commemorativa, e alle 9,45 è previsto l’intervento ufficiale a cura dell’Amministrazione Comunale.
La cerimonia, promossa dal Comune in collaborazione con il “Comitato per la memoria del Comune di Carpi”, sarà accompagnata dal Corpo bandistico Città di Carpi.