Cosap dimezzato o azzerato ed esonero Tarip per tre mesi

Le misure del Comune per le imprese in difficoltà a causa Covid-19 comportano un impegno finanziario complessivo di 1 milione e 100mila euro.

0
337

Entrano in vigore i provvedimenti di defiscalizzazione che la Giunta aveva annunciato per andare incontro alle imprese in difficoltà causa la pandemia: il Consiglio comunale ha approvato l’esenzione parziale o totale del Cosap (Canone per l’Occupazione di Spazi e Aree Pubbliche) per il 2020, sgravi sulla Tarip (Tassa Rifiuti Puntuale), e contributi a fondo perduto. I vari interventi comportano per l’Amministrazione comunale un impegno finanziario complessivo di 1 milione e 100mila euro: 520mila euro per la Tarip (utenze non domestiche); 215mila per la Cosap; 315mila euro a fondo perduto e ulteriori 50mila destinati alla Tarip di utenze domestiche “fragili”, cioè già utilizzatrici di altri bonus (acqua, energia elettrica).
L’esenzione del canone per il suolo pubblico è totale – cioè l’intero anno 2020 – per i pubblici esercizi che somministrano alimenti e bevande (bar, ristoranti eccetera), per le attività di vendita per asporto o consumazione sul posto (gelaterie, kebab eccetera), e le attività commerciali in sede fissa; l’esenzione del Cosap è invece parziale – riduzione del 50% nel 2020 – per le attività di commercio su aree pubbliche (ad esempio mercati) e di “spettacolo viaggiante” (ad esempio reti elastiche, giochi gonfiabili).
Uno degli interventi sulla Tarip consiste invece nell’esenzione per tre mesi, sia della parte fissa sia di quella variabile, a quelle imprese che sono state chiuse causa emergenza sanitaria.
Il requisito generale per beneficiare delle misure aggiuntive comunali su Cosap e Tarip è essere in regola con i pagamenti precedenti.
Per informazioni: Servizio Tributi, corso Alberto Pio n° 91 (Municipio) tel. 059649894 – fax 059649876; gli uffici ricevono solo su appuntamento da concordare per telefono o posta elettronica all’indirizzo tributi@comune.carpi.mo.it