Il marketing aziendale ai tempi del Coronavirus

Tra fiere annullate, lavoratori in quarantena e voli arei sospesi è fondamentale trovare soluzioni per continuare a promuovere prodotti e servizi aziendali. Dallo StudioRPR arrivano una serie di proposte concrete per fronteggiare l’emergenza economica.

0
927

Le aziende di tutto il mondo si trovano ad affrontare una situazione critica mai vissuta prima d’ora, in cui gli scambi commerciali sono seriamente compromessi dalle misure governative e sanitarie messe in atto per contrastare l’epidemia da COVID-19. Uno scenario economico allarmante a cui si può – e si deve reagire -per cercare il più possibile di limitare i danni e mantenere la produttività a livelli sostenibili.

E’ in quest’ottica che StudioRPR, azienda carpigiana specializzata in comunicazione e valorizzazione aziendale, ha messo a punto una serie di strategie concrete che possono essere utili a tutte le aziende e ai liberi professionisti per continuare a fare marketing attivamente.

“L’emergenza Coronavirus – commenta Raffaello Porro, fondatore di StudioRPR – sta sconvolgendo le nostre abitudini e il conto comincia a diventare salato. Oltre 70 fiere annullate solo in Italia, partite di calcio a porte chiuse, turismo in picchiata. L’elenco potrebbe essere lungo. Come in ogni situazione di crisi, anche questa volta ci sono opportunità di crescita e di sviluppo. Il telelavoro, infatti, già a molti noto per essere una soluzione efficiente e migliorativa della vita delle persone, sta forzatamente conquistando nuovi membri. Sicuramente cresceranno tutte le relazioni virtuali, basate su spostamento di elettroni anziché di persone: i social media, gli strumenti di co-working online e così via. Le aziende dovranno ripensare il modo di presentare i propri prodotti al pubblico. Conferenze stampa in streaming, videocomunicati, interviste in diretta via satellite diventeranno nel breve termine modalità di comunicazione obbligate. Come spesso accade, ciò che trova spazio nell’emergenza può diventare una nuova abitudine nel medio termine. Certo è che fin d’ora, chi ricorre a modi alternativi di promuoversi sarà avvantaggiato rispetto a chi aspetta la prossima fiera”.

Qual è la vostra formula di marketing aziendale ai tempi del Coronavirus?

“Siamo specializzati nella creazione di interviste TV in diretta per i nostri clienti da qualsiasi località del mondo: offriamo la possibilità di promuovere i propri annunci o il lancio dei propri prodotti e interagire coi media senza dover essere effettivamente presenti a un evento commerciale. Il cliente deve scegliere la posizione e noi gli forniamo i mezzi logistici che consentono ai loro portavoce di connettersi in diretta con qualsiasi emittente. Collaboriamo inoltre coi media di tutto il mondo per raccogliere interesse per gli annunci dei clienti e gestire tutte le prenotazioni di interviste. Inoltre, possiamo trasmettere in streaming qualsiasi evento sul web e organizzare interviste con i media online e cartacei. Le interviste rilasciate su emittenti di notizie internazionali come BBC World, CNN, Bloomberg sono un modo molto efficace per raggiungere un pubblico globale e rappresentano un’ottima alternativa alle costose conferenze stampa nelle fiere che potrebbero essere cancellate. Per realizzare tutto questo ci avvaliamo di un team esperto di produttori ed esperti di relazioni con i media che già da tempo si avvalgono di questi strumenti comunicativi e che hanno realizzato grandi campagne internazionali per aziende come General Electric, Volvo Cars, Lamborghini, Pininfarina, P&G, Lego e molti altri”.

Chiara Sorrentino