Nuoto: buoni risultati per Coopernuoto alla Coppa Brema

Domenica 15 dicembre a Riccione si sono svolte le fasi preliminari a carattere regionale del Campionato Nazionale a Squadre Coppa Caduti di Brema. La squadra degli Assoluti di Coopernuoto, che da sempre partecipa a questa importante manifestazione, ha schierato le due formazioni migliori sia nel settore femminile che in quello maschile.

0
239
Da sinistra: Emma Brioni, Sofia Morini e Greta Aldrovandi

Domenica 15 dicembre a Riccione si sono svolte le fasi preliminari a carattere regionale del Campionato Nazionale a Squadre Coppa Caduti di Brema.

La squadra degli Assoluti di Coopernuoto, che da sempre partecipa a questa importante manifestazione, ha schierato le due formazioni migliori sia nel settore femminile che in quello maschile. Ottimi i punteggi sia per le ragazze che si sono classificate al 5° posto con 10.381 punti su 28 squadre femminili, sia per i ragazzi che si sono piazzati all’8° posto con 9.773 punti su 26 squadre maschili, scalando di una posizione rispetto allo scorso anno nonostante gli infortuni che si sono avvicendati in quest’ultimo mese.

Per le ragazze una nota di merito per Greta Aldrovandi ed Emma Brioni che hanno coperto il numero maggiori di gare disputate dando il massimo possibile. Sofia Morini centra nei 50 Stile e 100 Stile il pass per i Criteria Nazionali di Riccione in primavera.

Nuovo Record societario in assoluto per la staffetta 4×100 Mista maschile composta da Pietro Rosi, Federico Fois, Marco Benassi e Matteo Donelli con il tempo di 3’53’’51. Anche Rosi si qualifica per i Criteria Nazionali nei 100 e 200 dorso mentre Fois nei 50 Stile e Benassi nei 100 Farfalla non centrano i pass per solo 2 decimi.

La Coppa Brema è un trofeo intitolato alla memoria dei nuotatori azzurri, deceduti nell’incidente aereo del gennaio 1966, che avrebbero dovuto partecipare al meeting internazionale ospitato dalla città tedesca di Brema ed è un Campionato nazionale a squadre che si svolge in diverse sedi regionali – per l’Emilia Romagna a Riccione – e che genera una classifica nazionale per il settore femminile e una per il maschile. In primavera si terranno le fasi finali a cui saranno ammesse le società classificate nei primi otto posti di ciascuna graduatoria maschile e femminile (serie A1) e dal nono al sedicesimo (serie A2).