Via dei Fuochi sempre al top

Perché, Via dei Fuochi non compare nella lista delle strade bianche del Comune di Carpi di cui si prevede la manutenzione, con l’obiettivo, si afferma, di prevenire buche e avvallamenti? Quali requisiti, deve avere una strada bianca perché la si possa dichiarare bisognosa di interventi di manutenzione? I residenti e i portatori di interessi che devono transitare in Via dei Fuochi, non hanno forse gli stessi diritti degli altri cittadini ad avere una viabilità decente o devono considerarsi cittadini di serie B?

0
995

Nessuna polemica sulla scelta del Comune di Carpi di tornare al passato, ripristinando strade bianche nelle aree di campagna, lo giudicheranno i residenti e i cittadini. Purché, vi sia una seria manutenzione, vadano mantenute percorribili e non diventino strade da terzo mondo.
Perché, Via dei Fuochi non compare nella lista delle strade bianche del Comune di Carpi di cui si prevede la manutenzione, con l’obiettivo, si afferma, di prevenire buche e avvallamenti?
Quali requisiti, deve avere una strada bianca perché la si possa dichiarare bisognosa di interventi di manutenzione? I residenti e i portatori di interessi che devono transitare in Via dei Fuochi, non hanno forse gli stessi diritti degli altri cittadini ad avere una viabilità decente o devono considerarsi cittadini di serie B?
Come si spiega che l’anno scorso il Comune ha fatto intervenire la manutenzione sia in autunno che in primavera e non vi sono stati problemi? Miracolo delle elezioni Amministrative?
Se si vogliono prevenire buche e avvallamenti (“prevenire nel nostro caso, vuol dire anticipare, prima che si formino”) gli interventi si dovranno fare prima delle piogge, non durante. E non giustifichiamoci tirando in ballo le piogge eccezionali, è risaputo che novembre è il mese più piovoso dell’anno. Forse tranne in Comune, visto che l’inizio lavori porta la data del 27 novembre e qui evitiamo di esprimerci sulla qualità delle competenze.
Auspichiamo che, Via dei Fuochi venga inserita nella lista delle strade bianche che abbisognano di manutenzione e che questa sia eseguita in tempi brevi, vista la situazione indecente in cui versa. Auspichiamo che, la data di programmazione dei lavori di manutenzione ordinaria sulle strade che si è deciso di mantenere bianche, venga modificata, anticipata nei tempi per quanto riguarda l’autunno e data per scontata, piova di più o di meno.
Vanel Salati