L’Europa del futuro si è data appuntamento a Napoli

Si è svolta a Napoli, dal 21 al 26 ottobre, la XXVI sessione nazionale del MEP (Model European Parliament). La delegazione carpigiana era composta da studenti degli istituti superiori Meucci e Fanti.

0
455

Si è svolta a Napoli, dal 21 al 26 ottobre, la XXVI sessione nazionale del MEP – Model European Parliament progetto che coinvolge gli istituti secondari di secondo grado nazionali e di altri Stati europei e consente agli studenti di comprendere meglio il funzionamento e l’importanza del Parlamento Europeo di cui, nelle loro sedute, simulano commissioni e delibere. Gli studenti, circa 170, provenienti da 28 scuole di tutta Italia appartenenti alla rete MEP, sono stati ospiti di famiglie napoletane. La delegazione carpigiana era composta dagli studenti Daniela Artioli, Ilaria Carrabs, Anes El Hamriti, Eleonora Giubertoni, Imane Mahrani, Elisa Vincenzi dell’ITCS Meucci e dagli studenti Vittorio Benetti, Susanna Catellani, Ana Maria Cernei, Federico Morini, Alessandro Resoconto, Francesco Schiavi e Chiara Giubertoni del Liceo Fanti. Daniela Guaitoli e Valeria Benatti erano le docenti accompagnatrici.

Le tematiche toccate dalle commissioni dei ragazzi, hanno trattato vari argomenti: dal commercio internazionale alla sanità pubblica, dall’agricoltura e lo sviluppo rurale, alla cultura e istruzione nell’era digitale, passando per i servizi di assistenza nell’Unione Europea per una migliore parità di genere. Per discutere e votare le risoluzioni sui dieci temi proposti, sono state organizzate ben tre assemblee plenarie in luoghi mozzafiato dal punto di vista storico e artistico, come il Maschio Angioino, dove l’appassionato sindaco Luigi de Magistris ha incoraggiato i delegati a proseguire nel loro lavoro di ricerca di soluzioni condivise e di costruzione di una società migliore.

Sara Gelli