Nuova vita per la Virtus Cibeno: codice etico e attenzione al sociale

0
79

La Virtus Cibeno, storica società sportiva dilettantistica della città, prosegue la sua opera di sviluppo del proprio settore giovanile puntando su una profonda svolta a livello deontologico e identitario. Il nastro della stagione 2019-2020 è stato ufficialmente tagliato nella serata di presentazione allo Stadio Zaccarelli di Cibeno, che ha visto, nonostante un clima incerto, presenziare cinquecento, fra ragazzi, genitori, sponsor, autorità e semplici curiosi o amanti del buon gnocco fritto.
Tematiche principali della serata sono state:  l'ingresso, in qualità di main sponsor, di Garc, l'ufficializzazione dell'arrivo dell'esperto Marco Fila (ex Sassuolo), in qualità di direttore generale e l'attuazione di un rigido codice etico interno.
“Abbiamo sempre avuto la capacità di guardare ai giovani calciatori non soltanto come atleti, ma come individui a tutto tondo”, puntualizza nel suo intervento il presidente della Virtus Cibeno, Marco Gasparini. “Se stiamo continuando a raccogliere l’adesione da parte di così tanti ragazzi, e il sostegno delle famiglie, è perché abbiamo scelto, consapevolmente, di mettere al centro i ragazzi, per cui l’educazione, il rispetto e tutti i valori positivi che lo sport può e deve trasmettere vengono prima del valore tecnico e delle qualità atletiche, pur importanti”, aggiunge Gasparini.
Saranno 14 le squadre per la stagione 2019/20, tra cui vanno comprese le rappresentative Amatori e il Calcio a 5 maschile, per un totale di circa 400 iscritti. Numeri notevoli, se parametrati su un bacino come Carpi, e per una società che ha sempre fatto dell’attenzione alla formazione degli allenatori e alla cura per i valori etici dello sport uno dei propri tratti distintivi, tanto da essere inserita nel progetto etico-sportivo di Garc.
“Alla Virtus non ci proporremo tanto di creare i calciatori del domani, bensì di provare a partecipare alla formazione di futuri uomini. Su questo, non possiamo fare alcun tipo di economia”, ha concluso il neo main sponsor Claudio Saraceni.
Enrico Bonzanini