Salviamo il laghetto del Parco Bollitora!

0
144

“L’acqua è putrida. Lercia e piena di spazzatura. Il laghetto, tenuto in queste condizioni deplorevoli non ha motivo di esistere. Cosa ce ne facciamo di uno specchio d’acqua marcescente? Altro che tartarughe, qui, a sguazzare ci sono dei topi grandi così”. Sono stanchi i frequentatori del Parco Bollitora. Stufi di segnalare alla Polizia Municipale una situazione ormai cronica che nessuno risolve una volta per tutte. L’area verde, in quanto pubblica e frequentata da famiglie e bambini, merita un’attenzione maggiore: se il laghetto deve continuare a essere una discarica a cielo aperto nonché ricettacolo di insetti e topi tanto vale ricoprirlo di terra portando le tartarughe che lo abitano altrove, magari all’oasi la Francesa. Più manutenzione, al contrario, consentirebbe di garantire il giusto livello di salubrità soprattutto per più piccini desiderosi di ammirare da vicino le vere attrazioni del laghetto, la tartarughe. E se è a dir poco riprovevole che il Comune non abbia a cuore questo fazzoletto di terra e acqua è altrettanto vergognoso rilevare, ancora una volta, come tanti cittadini non abbiano la benché minima cura della “cosa pubblica” e considerino i parchi un luogo dove poter bivaccare e abbandonare la propria spazzatura incuranti di ogni regola di civile convivenza.

Jessica Bianchi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here