Alla ricerca della felicità

0
172

Tutti gli esseri umani vogliono essere felici; peraltro, per poter raggiungere tale condizione, occorre cominciare col capire che cosa si intende per felicità: questa frase di Jean-Jacques Rousseau sintetizza perfettamente lo spirito degli incontri che lo psicologo e psicoterapeuta carpigiano Luca Masini (in foto) terrà al Club Giardino a partire dal 12 novembre.
In occasione delle quattro serate, ogni lunedì, dalle 21 alle 22.30, sino al 3 dicembre, intitolate Quattro indizi di felicità, si svolgeranno dei laboratori esperienziali di gruppo per conoscere e gestire meglio le proprie emozioni.
Cos’è la felicità? Sarà questa la domanda a partire dalla quale si svilupperà il primo incontro del 12 novembre.
Nel corso del workshop ci si chiederà come mai le emozioni positive come la felicità siano così fugaci. A ciascun partecipante verrà chiesto di fornire la propria definizione di felicità e gli ostacoli che ne impediscono il raggiungimento; si cercherà poi di arrivare a una definizione comune, attraverso un brainstorming del concetto e dei principali ostacoli comuni al suo raggiungimento.
Tema del secondo incontro, il 19 novembre, sarà invece il concetto di resilienza e delle strategie per svilupparla. Saranno analizzati gli ostacoli comuni e si stimolerà il gruppo alla ricerca delle soluzioni per superarli.  Nel terzo incontro, il 26 novembre, verrà introdotto l’esercizio dell’Abc cognitivo come introduzione alle emozioni di base, cosa sono e come operano, e si rifletterà su come quelle negative possano essere funzionali per la persona.
Infine, il 3 dicembre, si introdurranno i partecipanti al concetto di pilota automatico: potranno apprendere un esercizio di respirazione e conoscenza del proprio corpo e conoscere l’esercizio del posto sicuro. In conclusione saranno tratte le riflessioni finali, maturate dal gruppo attraverso quattro settimane di ascolto, dialogo e crescita.
“Questa ulteriore iniziativa – commenta il presidente del Club Giardino, Carlo Camocardi – conferma sempre più come il club sia una realtà in cui il benessere viene curato a 360°, non soltanto dal punto di vista della salute del corpo, ma anche di quella della mente. Qui la comunità carpigiana può trovare una realtà ricca di possibilità di crescita, personale e collettiva”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here