In arrivo nuovi incentivi per la rimozione dell’amianto anche per le imprese

0
176

Approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale una delibera per potenziare il sistema finalizzato a favorire la rimozione e lo smaltimento dell’amianto in matrice compatta presente sul territorio, applicabile ora, oltre ai fabbricati a uso abitativo, anche a quelli di tipo industriale, agricolo e commerciale.

I nuovi incentivi hanno l’obiettivo di allargare la platea dei soggetti beneficiari e di incrementare così la percentuale degli edifici risanati; i benefici sono di due tipi: amministrativi, consistenti in agevolazioni burocratiche, esenzioni e altre opportunità di risparmio, ed economici, consistenti in contributi diretti proporzionati alla superficie oggetto del risanamento e definiti in base anche di una serie di criteri tecnici e ambientali.

Il funzionario Alberto Bracali dell’Assessorato Ambiente ha ricordato come i 130.000 euro di contributi erogati fra il 2015 e il 2017 abbiano già consentito interventi su circa 150 edifici a uso abitativo: unitamente a circa 350 piani di bonifica presentati indipendentemente dai bandi incentivanti, hanno permesso di risanare il 20% degli edifici censiti a Carpi nel 2015 nell’ambito del progetto Amianto? No grazie

Nel 2018, con il nuovo sistema, si renderanno disponibili 40.000 euro dedicati specificatamente ai fabbricati a uso produttivo, senza escludere la possibilità, in caso di esaurimento dei fondi, di un rifinanziamento del bando riservato agli insediamenti produttivi per soddisfare le domande pervenute. 

Quest’anno, infine, il bando riservato ai fabbricati a uso civile, già attivo dal 2015, è stato rifinanziato con 25.000 euro e la graduatoria dei beneficiari è stata recentemente chiusa e approvata, esaudendo tutte le richieste pervenute.

Nel 2018, quindi, l’Amministrazione comunale stanzierà complessivamente 65.000 euro per incentivare le bonifiche, ampliando la platea degli edifici che potranno usufruire dei benefici economici previsti, proseguendo, in tal modo, la progressiva attuazione e il potenziamento delle azioni previste nel progetto “Amianto? No grazie”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here