Social for Business

0
153

Dall’analisi dei dati provenienti da 239 Paesi, è emerso come il numero degli utenti connessi a Internet nel mondo abbia sorpassato, nel 2018, la soglia dei 4 miliardi di persone: un dato storico che indica come oggi più della metà della popolazione mondiale sia online. L’utilizzo dei social media cresce insieme ai connessi, con un numero di utenti superiore del 13% rispetto allo scorso anno e pari a più di 3 miliardi. Per quanto riguarda l’Italia, il 73% della popolazione, pari a 43 milioni di persone, è online, con 34 milioni di utenti attivi sui social media.
I social network sono divenuti, da anni e in maniera sempre crescente, parte integrante della nostra vita personale e lavorativa. Col tempo si sono caratterizzati anche come uno strumento potente al servizio di professionisti e piccole e grandi aziende, per campagne promozionali, storytelling e per la diffusione dei brand.
Come passare quindi da quella personale a una gestione dei social media orientata al business e alla comunicazione d’impresa? A spiegarlo sarà Giovanna Malfiori, blogger e web marketing strategist: il corso Social for Business si terrà martedì 26 giugno a Carpi, dalle 14 alle 18, presso la sede di Po & Bergamaschi al civico 1G di via Zappiano.
Il corso fornirà le conoscenze e gli strumenti per migliorare i processi di comunicazione, costruendo un ponte tra teoria e pratica: un’occasione per tutti coloro che, nella gestione della propria attività, non possono più fare a meno di una vetrina importante come quella dei social, e che spesso si ritrovano a doverli gestire autonomamente.
Sesto appuntamento di Metacarpi – il progetto di crescita personale e di formazione professionale promosso dall’agenzia di comunicazione integrata APVD insieme a P&B servizi di Po & Bergamaschi, specializzata nell’ambito della formazione – il corso si pone a sostegno della realtà imprenditoriale del territorio. Filo conduttore del progetto è la necessità di riscoprire l’essere umano come principale risorsa, per puntare a costruire un’economia sostenibile basata sul capitale umano e culturale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here