Torna la Festa del Primo Maggio al Guerzoni

0
300

Per decenni le Festa del Primo Maggio organizzata nell’area di via Genova a Carpi ha richiamato centinaia e centinaia di carpigiani. “E’ sempre stata un successo – commentano la presidente del Circolo Loris Guerzoni, Luisa Baracchi e Gianmarco Sassi, responsabile amministrativo – perché rappresentava un grande momento di aggregazione per tutti, dai bambini agli anziani”. I carri agricoli sistemati nel campo da calcio che oggi non esiste più diventavano il palco da cui raccontare le imprese dei bambini: dopo essersi rotolati nella sabbia, salivano sul palo della cuccagna o dei più grandi che affrontavano la corsa coi sacchi. Il tiro alla fune era la gara più agguerrita ma non mancavano esibizioni di majorettes e spettacoli. “Una vera e propria festa paesana: questa è stata da sempre l’anima del Primo Maggio al Guerzoni” le cui origini risalgono ad anni così lontani che nessuno ricorda più quando fu la prima edizione.
Il Loris Guerzoni, sin dalla sua nascita come centro ricreativo anziani nel 1985 con sede nella vecchia casa colonica ristrutturata, ha collaborato alla realizzazione della festa e oggi, non solo ha deciso di riproporla, ma darà alle stampe anche un nuovo numero di Osteriola Express, la pubblicazione che da sempre ha accompagnato il Primo Maggio: l’ultima volta fu nel 2014 quando si rinunciò all’organizzazione per mancanza di volontari e un meteo non certo favorevole.
“Il quartiere – sostengono Luisa e Gianmarco parlando a nome dell’intero Consiglio del Guerzoni –  ha bisogno di ritrovarsi così come la città può sentirsi comunità in occasioni come queste e il Guerzoni deve rappresentare un punto di riferimento per persone di tutte le età”. Non ci saranno più le corse podistiche o il tiro alla fune ma non mancheranno le occasioni per divertirsi: ci saranno gnocco fritto per tutti, bevande, l’ orchestra di ballo liscio e i tappeti elastici per i bambini, ma anche ping pong e calcio balilla per i ragazzi”.
Saranno le associazioni che hanno trovato sede in via Genova a supportare il Guerzoni nell’organizzazione delle attività: le educatrici della Coop Giravolta animeranno i giochi per i più piccoli, TreEmme proporrà dimostrazioni di giochi da tavolo, ci saranno i ragazzi del beach volley e si potrà partecipare a una lezione di zumba.
“Noi ce la mettiamo tutta – conclude Luisa – senza dimenticare chi ha bisogno. Una parte del ricavato verrà infatti destinata in beneficenza”. Cambiare pelle è una necessità, ma certe tradizioni mantengono lo stesso spirito di un tempo.
Sara Gelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here