Daniel Bund disegna Napoleone

0
245

L’artista carpigiano Daniel Bund è riuscito a “bundizzare” anche Napoleone Bonaparte e la sua opera sarà esposta assieme a quelle di artisti internazionali in una mostra itinerante che toccherà le città europee che hanno avuto un ruolo significativo nella vita di uno dei più grandi imperatori della storia. Si apre nel migliore dei modi il 2018 per l’artista carpigiano che è riuscito a ritagliarsi un posto d’onore nella mostra Elba, The Napoleon Experience, progetto di Rigenerazione Turistica Esperienziale, Urbana e Territoriale che coinvolge le eccellenze del mondo culturale, artistico, artigianale e della moda chiamate a interpretare l’idea del viaggio attraverso l’icona di Napoleone. Non una semplice mostra, ma un evento esperienziale itinerante: si parte a Febbraio da Roma, da Palazzo Piacentini (sede del Mise) per poi proseguire a Napoli, a Bari, all’Isola d’Elba. E poi Venezia, Parigi, Londra, Waterloo, San Pietroburgo, città che più di tutte hanno segnato le sorti di Napoleone (e della storia). E ancora: La Valletta, Lucca, Milano, Marengo. Una ventina in tutto le città che apriranno le porte alle creazioni di oltre 100 artisti provenienti da tutto il mondo: “Sono onorato di far parte di un progetto internazionale così importante, con artisti accuratamente selezionati – spiega Bund – Per me è un passo molto importante, sia per il prestigio della mostra che per la possibilità di mostrare il mio stile in mezza Europa”. E' stato proprio quel suo stile unico e inconfondibile a convincere gli architetti Maristella De Giuseppe e Donato Grieco – ideatori e curatori dell’evento – a puntare anche sull’artista carpigiano che ha così bundizzato su tela Napoleone (e il suo cavallo bianco): “Vorrei che il 2018 diventasse l’anno della mia consacrazione – ammette Bund – Sono dunque molto soddisfatto del suo inizio, soprattutto perché la Napoleon Experience è il riconoscimento del mio lavoro di artista e non semplicemente di grafico”. L’Italia con 42 artisti è il Paese con più rappresentanti e dei 5 provenienti dall’Emilia-Romagna ben 4 sono della provincia di Modena: Daniel Bund, Andrea Saltini, Giulian Tondelli, Marco Chiarelli; è di Ferrara la quinta rappresentante regionale, Chiara Sgarbi. Ciascuno di questi ha inoltre realizzato una clip di presentazione partendo da un luogo a scelta e Bund ha optato per il cortile del Castello: “Ora il mio obiettivo è entrare nel mondo della moda e sono in attesa di risposte da alcuni grandi brand” confessa Bund, che ha già confermato la sua presenza all’inaugurazione romana del Napoleon Experience e prenotato il biglietto per l’esposizione di Parigi, città già “bundizzata” in occasione della presentazione della linea di pelouche Trudi firmata proprio dall’artista carpigiano. E in attesa della nuova collezione, Bund ha così deciso di mettere il turbo non solo portando il suo stile in tutta Europa con l’opera su Napoleone, ma guadagnandosi un posto anche nella stessa associazione AB-OUT – organizzatrice dell’evento – che punta a sviluppare un nuovo tipo di rigenerazione urbana che racchiuda le competenze, i saperi e i talenti di una equipe di tecnici ed esperti di vari settori.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here