I Comuni Aimag in vetta alle classifiche dei Comuni Ricicloni

0
118

Si è tenuto oggi a Carpi il convegno conclusivo e la contestuale premiazione della decima edizione di Comuni Ricicloni dell’Emilia-Romagna, organizzata da Legambiente Emilia Romagna, edizione regionale della storica iniziativa nata nel 1994 a livello nazionale, che premia i migliori risultati conseguiti nel 2016 dalle amministrazioni comunali in tema di gestione dei rifiuti urbani.
Nel corso della mattinata, oltre alla premiazione dei Comuni modello nella gestione rifiuti, è stato analizzato lo stato di attuazione del Piano Regionale dei Rifiuti attraverso l’analisi degli obiettivi raggiunti sui singoli territori. Il confronto tra gestori, amministratori e tecnici sulle strade da percorrere per raggiungere gli obiettivi del PRGR e della legge regionale sull’Economia Circolare.
Tra i premiati nella categoria dei Comuni sopra i 25.000 abitanti troviamo per il primo anno Carpi che si aggiudica un doppio premio: primo posto per il minor quantitativo di rifiuti totali smaltiti (79 kg/ab) e primo posto per la maggior percentuale di raccolta differenziata (81%).
Nella categoria dei Comuni tra 5000 e 25000 abitanti, si aggiudica il primo posto per i minori quantitativi a smaltimento Novi di Modena con 58 kg/abitante a smaltimento. Al secondo posto della stessa categoria il Comune di Medolla, che si aggiudica anche il primo premio per la maggior raccolta differenziata (89,8%). Paolo Ganassi, dirigente dei servizi ambientali AIMAG, nel corso del convegno, ha ricordato: “l’azienda ha intrapreso un percorso con le amministrazioni comunali già dal 2014 che si è concluso agli inizi di novembre, con tutti i nostri 11 Comuni del territorio che ora hanno uno stesso modello di raccolta domiciliare e uno stesso sistema di calcolo della tariffa puntuale. I risultati che abbiamo raggiunto: la percentuale di raccolta differenziata media del territorio oltre l’84% e 81 kg/procapite annuo di rifiuti a smaltimento sono davvero una grande soddisfazione. Un ringraziamento significativo agli amministratori che, insieme a noi, hanno creduto in questo modello e soprattutto ai cittadini che, con il loro impegno, ci hanno seguito”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here