Focherini: “piove dentro le aule e il riscaldamento non funziona”

0
104

“Le condizioni in cui versa la Scuola media Focherini sono a dir poco inaccettabili”, è questo il grido d’allarme lanciato da alcuni genitori. Sotto accusa la scarsa manutenzione dei locali e la vetustà di infissi e impianto di riscaldamento: “i muri, ormai indecenti, necessitano di essere urgentemente ritinteggiati ma questo non è certo il problema maggiore dell’istituto. Qualche giorno fa – spiegano i genitori – un pezzo di cartongesso del soffitto si è staccato da un’aula del primo piano: non ha retto a causa dell’umidità. Ora i banchi sono stati spostati ma i nostri ragazzi meritano di essere tutelati maggiormente”. Numerose le lamentele sporte al dirigente dell’Istituto comprensivo Carpi Nord, Federico Giroldi: “un buco nell’acqua”, proseguono sconsolati i genitori. La scuola è disseminata di bacinelle per raccogliere l’acqua piovana: “ma vi sembra possibile che in una scuola che ospita oltre 500 ragazzi piova dentro?
L’acqua penetra persino in biblioteca: è davvero scandaloso. Gli infissi delle finestre, ormai datati, non isolano più e in un’aula vi sono persino dei cordoni in prossimità dei vetri per evitare che i ragazzi si avvicinino e si facciano male. Siamo a scuola o su una scena del crimine?
E’ davvero una vergogna”. Come se tutto ciò non bastasse l’impianto di riscaldamento arranca: “ogni aula conta circa 3-4 termosifoni ma quando va bene ne funziona soltanto uno.
Ragazzi e professori hanno freddo e spesso sono costretti a indossare le giacche mentre le collaboratrici scolastiche scaldano la loro postazione all’ingresso con delle stufette elettriche… per non parlare poi della palestra, dove le basse temperature sono davvero intollerabili”.
I genitori sono esasperati: “nessuno ci ascolta ma noi vogliamo che i nostri figli facciano lezione in ambienti caldi e salubri. Perché il Comune di Carpi non provvede? E’ davvero scandaloso”.
Jessica Bianchi

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here