Carpi corre… con la Maratona d’Italia

0
175

Partirà, come da tradizione, da Maranello domenica 9 ottobre alle 9.30, di fronte al museo Ferrari, la ventinovesima edizione della Maratona d’Italia: coi suoi 42 km attraverserà i comuni di Formigine, Modena e Soliera, prima di arrivare nella suggestiva cornice di Piazza Martiri dove gli atleti troveranno la gioia dell’abbraccio degli appassionati accalcati al traguardo, posto in prossimità della Torre dell’orologio.  L’evento, tra i più attesi della Corte dei Pio, è stato presentato all’interno della nuovissima sala conferenze del Balsamico Village dell’Acetaia De Nigris a Carpi.  “La maratona è un appuntamento prestigioso che riempie e colora la nostra città”, ha dichiarato un soddisfatto sindaco Alberto Bellelli, il quale non ha nascosto la sua soddisfazione per la creazione di percorsi intermedi capaci di attrarre anche i podisti meno esperti che vogliono comunque partecipare alla manifestazione diventata, negli anni, un appuntamento sempre più attraente anche per i professionisti.
Confermati, per il settimo anno consecutivo, all’interno della manifestazione ideata da Ivano Barbolini, anche i due percorsi intermedi che termineranno rispettivamente all’altezza del Parco Ferrari di Modena e al Castello Campori a Soliera.  La conferenza stampa, alla quale hanno preso parte varie autorità fra cui Paola Francia dell’Ufficio sport del Comune di Modena e l’assessore allo sport di Maranello Nicola Montone, è stata l’occasione per celebrare la consegna del prestigioso riconoscimento denominato Lupetto d’Oro al maratoneta carpigiano Antonino Caponnetto, da sempre considerato uno degli ambasciatori principali dello sport carpigiano nel mondo. Confermata infine, a grande richiesta, il campionato Can you do the 42: una speciale classifica, e annessa premiazione, sarà riservata a chi, per la prima volta, si cimenta nella fatica di una maratona completa.
L’obiettivo degli organizzatori, seppur non dichiarato apertamente, resta quello di superare gli oltre 1.600 iscritti dell’edizione 2015 provando ad avvicinarsi all’incredibile quota 2.500 toccata nell’edizione 2011.
Enrico Bonzanini

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here