La Coop Magazzeno riapre col botto

0
696

Ha riaperto col botto, questa mattina, la Coop Magazzeno di via Don Albertario. Malgrado le polemiche relative alla rumorosità del cantiere (peraltro durato “soltanto 50 giorni”, hanno sottolineato l’amministratore delegato alla Gestione di Coop Alleanza 3.0 Massimo Ferrari e il sindaco Alberto Bellelli) una vera e propria folla ha assiepato il punto vendita, curiosa di osservarne da vicino il look completamente rinnovato. Il supermercato – raddoppiato nella superficie di vendita, passando da 800 a 1.500 metri quadri – presenta numerose novità come, ad esempio, il reparto salutistico, dove è ospitato anche il Coop Salute servito da tre farmacisti, per acquistare articoli parafarmaceutici e farmaci senza obbligo di ricetta e prodotti per la cura della persona oltre a quelli per la pet care. Spazio al cibo vegano e biologico, mentre la piazzetta dell’ortofrutta offre, valorizzandolo, il meglio dei prodotti agro-alimentari a marchio Coop. Nuovissimi anche i banchi dei reparti pescheria, macelleria – in cui è esposta un’ampia gamma di carni selezionate italiane a marchio Coop come la scottona nata e allevata in Italia – e gastronomia.  A completare l’offerta, il banco del pane e pasticceria – anche con il servizio self – con le sue produzioni interne. Grazie ai lavori di ristrutturazione, il negozio è stato poi dotato di accorgimenti ambientali, come i banchi refrigerati chiusi e l’illuminazione a led. Un investimento importante su una piazza, quella di Carpi, considerata da Coop Alleanza 3.0, “fondamentale”, come sottolinea l’ad Massimo Ferrari. Questa è la seconda città della provincia di Modena e ci vuole bene, basti pensare che su 70mila abitanti si contano quasi 40mila soci. Questo nuovo punto vendita rappresenta il massimo di ciò che noi, oggi, riusciamo ad esprimere, cioè una grandissima enfatizzazione di tutti i reparti freschi, nostro punto di forza. Abbiamo inoltre stretto un rapporto con i produttori locali che per noi è basilare, poiché noi siamo parte di questo territorio, siamo italiani, viviamo qui e quindi abbiamo il piacere di poter avere nei nostri punti vendita le eccellenze di questa nostra terra”.
Il nuovo supermercato occupa 66 lavoratori, una ventina di addetti in più rispetto a prima della riqualificazione, “a dimostrazione che l’impresa cooperativa vera sa investire ciò che raccoglie, producendo occupazione e, allo stesso tempo, dando risposte di qualità a un quartiere densamente popolato come questo”, ha commentato il primo cittadino di Carpi. Il sindaco ha poi ribadito l’importanza del rapporto tra la cooperativa e i piccoli produttori del territorio. in grado di generare “una filiera sana, una modalità nuova e sostenibile di crescita che genera indotto e salvaguarda le imprese agricole. La chiave di volta per andare oltre la conflittualità che da sempre esiste tra grande distribuzione e fornitori locali”.
Jessica Bianchi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here