Le gravidanze leggere

0
132

Quanto lo stile di vita, l’alimentazione, la relazione di coppia possono influire sul nascituro? Quale peso ha la salute psico-fisico-immunologica della madre in attesa? Quali possono essere gli approcci più corretti da adottare in gravidanza? A queste e tante altre domande si darà una risposta nella full immersion di due giorni, in programma presso il Best Western Hotel di Campogalliano, venerdì 6 e sabato 7 maggio. Sono aperte le iscrizioni a “Le gravidanze leggere”, l’evento organizzato da Esprit sotto la direzione dell’Associazione Psicoimmunologia Italiana, riservato non solo alle coppie di genitori in attesa, ma anche agli addetti ai lavori come ostetriche, psicologi, dietisti, infermieri pediatrici, medici chirurghi, farmacisti e chiunque fosse interessato a rileggere la gravidanza con un approccio multidisciplinare: dall’immunologia alla ginecologia, dall’alimentazione alla psicologia.
Si discuterà quindi della formazione del nascituro con un approccio olistico, abbracciando discipline diverse tra loro ma che si integrano perfettamente, di volta in volta, nel passaggio dall’inizio della gestazione fino al parto e ai primi mesi di vita del bambino. Più nel dettaglio oggetto di approfondimento saranno “Immunologia e Microbiota”, oltre alla “Costruzione e formazione del sistema immunitario nei primi 36 mesi di vita”, a cura del dottor Angelo M. Di Fede, che spiegherà come si formano le nostre difese – fortemente influenzate dai microorganismi simbiotici che si trovano nel corpo umano – e come gettare le basi per quelle del nascituro.
E ancora “Ginecologia prenatale” e “Gravidanza e Alimentazione” saranno spunti approfonditi dalla dottoressa Daniela Gherardini che, ad esempio, per quanto riguarda il post parto tratterà quali linee guida alimentari seguire tra allattamento e divezzamento, mentre la dottoressa Annamaria Agnano discuterà di “Psico-immunologia: Form’Azione del feto ed esperienza percettivo-sensoriale”, ovvero le relazioni in stato di gravidanza e la comunicazione a tre: come “nutrire” il rapporto padre-madre-figlio fin dalla gestazione.
“Approfondiremo l’esperienza unica della gestazione – spiega la dottoressa Agnano – ripensandola da un punto di vista unitario, utilizzando un approccio clinico multidisciplinare basato sull’interazione non solo tra mente e corpo, ma anche tra la coppia di genitori e il nascituro in formazione, vero attore di questa relazione”.
Ampio spazio verrà riservato anche ad approfondimenti con i docenti.

Per iscrizioni e informazioni: Tel. 0535 611295.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here