Una sala slot al posto di Anceschi?

0
141

Da giorni le voci si rincorrono facendosi sempre più insistenti. La piazza, è proprio il caso di dirlo, mormora. Il fondo francese che ha acquistato l’immobile per anni occupato dal negozio storico di abbigliamento Anceschi, sotto al Portico Lungo di Piazza Martiri, pare aver ricevuto un’appetitosa offerta per aprirvi una sala slot, facendo così tramontare l’ipotesi di trasformare i locali in una panetteria. L’assessore al commercio Simone Morelli non conferma né smentisce, poiché, spiega, “per aprire i battenti di una sala slot occorre passare per la Prefettura e non per il Comune”.
Il via libera insomma arriva dallo Stato e, di conseguenza, gli enti locali hanno le mani legate. “Non abbiamo alcun potere per fermare l’apertura di questa tipologia di esercizi. La mia speranza – conclude l’assessore – è che la trattativa col forno vada in porto”. Di certo l’approdo di una sala slot nel cuore della città, a due passi dal Duomo, rappresenterebbe un messaggio forte e chiaro: mentre il commercio annaspa e le famiglie si impoveriscono, il gioco, al contrario, diventa sempre più forte, guadagnandosi un posto in prima fila e il ruolo del protagonista.
Falsa promessa di un facile guadagno, il gioco d’azzardo legalizzato farà breccia nel cuore di Carpi? Non ci resta che attendere…
Jessica Bianchi

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here