Carpigiana Service raggiunto un accordo

0
87

Nella serata di ieri è stato raggiunto un accordo quadro presso la sede della Provincia di Modena, sulla vertenza Carpigiana Service che ha coinvolto oltre alla cooperativa, l’azienda committente CBM e le organizzazioni sindacali. Ricordiamo che la Carpigiana, in liquidazione coatta, al rientro dalle festività natalizie aveva fatto trovare i cancelli chiusi ai 38 lavoratori che lavoravano da alcuni mesi esclusivamente su forniture per CBM.L’accordo siglato prevede la chiusura della procedura di mobilità aperta da Carpigiana a inizio dicembre 2015 per tutti e 37 i lavoratori. L’accordo prevede anche che da oggi tutti i lavoratori possono accedere su base volontaria al percorso di mobilità con il conseguente licenziamento da Carpigiana. Per 20 lavoratori si è convenuto una somma onnicomprensiva per chiudere definitivamente, su base volontaria, il rapporto di lavoro con Carpigiana e le cause di lavoro pendenti sia con Carpigiana che con CBM.
Per i rimanenti 17 lavoratori, la CBM si è impegnata al più presto, e non oltre la fine di febbraio, ad assumerli attraverso le liste di mobilità con un contratto a tempo indeterminato, senza periodo di prova, al terzo livello del contratto dei metalmeccanici. Questo ultimo elemento è migliorativo delle condizioni applicate in Carpigiana con il contratto delle cooperative di facchinaggio dove i lavoratori erano collocati tra il primo e il secondo livello.
L’accordo sarà illustrato oggi pomeriggio in assemblea ai lavoratori di Carpigiana e, avuto l’assenso dall’assemblea, nei prossimi giorni seguiranno gli adempienti procedurali per dar corso all’accordo.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here