“Teniamo insieme rispetto delle regole e sviluppo della città”

0
209

“Qualche anno fa la discussione verteva su come rivitalizzare un centro storico che da più parti veniva definito come poco frequentato, a rischio degrado e desertificazione. Mi trovo oggi a registrare con soddisfazione il fatto che il dibattito si sia spostato sul rispetto delle regole, per consentire ai residenti  di poter godere del riposo che spetta loro. Segno questo, inequivocabile, che il percorso per il rilancio del cuore della città portato avanti in questi anni con determinazione, coraggio e passione da tanti – esercenti, associazioni, Amministrazione e singoli cittadini –  sta maturando i suoi frutti concreti”: questa la prima considerazione che l’assessore all’Economia, Cultura, Centro storico e Turismo Simone Morelli formula a seguito della richiesta, avanzata da un gruppo di residenti della zona adiacente Piazza Garibaldi, di vigilare sul rispetto delle regole, sia per quel che riguarda le emissioni sonore che, più in generale, per il decoro degli spazi pubblici.
Morelli prosegue dichiarando di aver incontrato alcuni membri del comitato, di essere intenzionato a continuare a confrontarsi e assicurando la piena e completa collaborazione dell’ente pubblico. “Il diritto al riposo e alla quiete di chi abita in centro è sacrosanto, esistono regole chiare a tal proposito, e il Comune continuerà a vigilare affinché siano rispettate. Tuttavia – prosegue il vicesindaco – non dobbiamo commettere l’errore, che si rivelerebbe fatale, di  dimenticare che la prima condizione per assicurare sicurezza, assenza di degrado e capacità di ‘fare comunità’ risiede proprio in un centro storico vivo, fruito e ricco di iniziative pubbliche e private. Secondo errore sarebbe poi ritenere che la fruizione del centro sia appannaggio esclusivo di qualcuno”.
E’ necessario che tutti comprendano come entrambe le esigenze siano degne di rispetto e ascolto, sia quelle di chi desidera poter riposare di notte, sia dei tanti cittadini di ogni età e condizione che gli spazi pubblici desiderano giustamente viverli come patrimonio comune: “Carpi sta vivendo una grande occasione di rilancio della propria immagine, un’occasione che l’Amministrazione ha tutta l’intenzione di cogliere in modo sempre più efficace. Nel rispetto di tutti, naturalmente. A cominciare dalle regole. Ma non esiste regola di sorta che possa funzionare se non animata da tolleranza e rispetto reciproci. Carpi continuerà a crescere e a farsi amare, anche all’esterno, soltanto se sarà capace di conciliare le istanze di tutte le proprie anime verso un obiettivo comune. Ed è al raggiungimento di questo importante obiettivo che noi ci impegniamo con tutte le nostre forze. Stiamo creando un bel contenitore, un buon contenuto e siamo sulla buona strada per ottenere risultati sempre più soddisfacenti. Se Carpi è diventata una città ‘di tendenza’, lo si deve all’impegno profuso da tutti in questi anni”.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here