La febbre del sabato sera

0
84

La febbre sta salendo, il conto alla rovescia è iniziato e l’attesa si fa spasmodica: sabato 9 maggio, dalle 16 del pomeriggio e sino alle 2.00, tornerà Carpi C’è, una delle manifestazioni più attese in città, alla quale a ogni edizione partecipano decine di migliaia di persone, provenienti anche dai territori vicini. Promossa da Comune di Carpi, Consorzio ConCarpi e Carpi C’è, la giornata rappresenta molto più che una comune ‘notte bianca’ perché, oltre a offrire centinaia di iniziative – quest’anno circa 300 – di ogni sorta e per ogni tipologia di pubblico, inizia nel primo pomeriggio per concludersi a notte inoltrata.
Un centro storico in festa, dunque, con appuntamenti per tutti i gusti: dalla musica – con Dj-set, concerti rock e jazz, Karaoke – alla danza, con balli di gruppo ed esibizioni di professionisti; dagli aperitivi alle cene sotto le stelle, passando per le merende e fino allo street food; dall’animazione con laboratori e giochi da tavolo per bambini alla presentazione di libri; dalle mostre al volontariato; dalle esposizioni di prodotti alle sfilate di moda, fino alle acconciature e al make up gratuiti. E,  ancora, proiezioni, artisti di strada, giocoleria, show cooking, esposizione di auto e molto altro. “Quella di sabato – commenta il vicesindaco e assessore alla Cultura Simone Morelli – si può considerare come l’apripista delle tante iniziative che, da qui a fine estate, scandiranno la programmazione del centro”.
E per i tanti visitatori attesi, parte del divertimento consisterà anche nel percorrere tutte le strade, le piazze e i cortili del magnifico centro storico di Carpi per scoprire le numerose iniziative in programma: oltre al tradizionale asse composto da Piazza Martiri, corso Alberto Pio e Piazza Garibaldi, la manifestazione sarà davvero diffusa, con eventi sparsi per tutte le vie del cuore cittadino, da viale Carducci a piazzale Ramazzini, dai corsi Fanti e Cabassi alle vie Berengario, Rovighi, Petrarca e Aldrovandi.
Gli esercenti si sono sbizzarriti nel proporre esposizioni di opere d’ingegno, musica, animazione e cibo di qualità alla portata di tutti: molto positivo inoltre il fatto che molte vie sono riuscite a ‘fare sistema’, coordinando la programmazione di tutte le attività presenti per poter proporre ai visitatori un’offerta organica e condivisa.  Senza dimenticare lo shopping, perché tutti i negozi saranno aperti fino alla chiusura della manifestazione che, salvo diversa comunicazione, si svolgerà anche in caso di pioggia.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here