Cortile: i Sinti ospitati nei locali della parrocchia

0
313

Nicola Mistrorigo, residente a Cortile, attivo in parrocchia e uno dei protagonisti del dialogo tra comunità e famiglie Sinti spostate nella frazione, racconta che il diacono Cesare Regispani, contattato da una famiglia di Sinti che risiede presso il campo in via Chiesa Cortile al civico 1, ha telefonato ad Anna e Gianni Ascari, laici della parrocchia, comunicando che il campo era senza corrente elettrica dal mattino alle 5 e non c’era la possibilità di scaldarsi e cucinare, in quanto camper e roulotte funzionano con elettricità.
“Con un breve giro di telefonate tra parrocchiani – spiega Nicola – ci si è consultati e si è deciso di andare al campo a verificare situazione per aiutare in qualche modo la comunità Sinti. Arrivati sul posto, ci hanno detto di aver contattato Enel, Vigili urbani, Protezione Civile e di aver aspettato il più possibile, sperando di poter riavere la corrente elettrica e restare presso le loro abitazioni, ma vedendo che la situazione era ormai critica hanno deciso di chiedere aiuto attraverso il diacono. Così – precisa Nicola Mistrorigo – abbiamo comunicato al Vescovo la scelta di ospitarli presso la parrocchia in locali al pian terra riscaldati, in quanto don Lorenzo è attualmente presso la sua famiglia in India. Monsignor Francesco Cavina ha dato il benestare. Così, dieci bambini e otto adulti hanno potuto cucinare qualcosa di caldo e dormire una notte presso i locali della parrocchia. La restante parte di comunità di adulti è comunque rimasta presso il campo a vigilare sui propri beni”.
Con il furgone degli Ascari i Sinti hanno portato in parrocchia materassi e coperte. Poi la mattina seguente, avendo Enel riparato i cavi danneggiati dagli alberi caduti a causa della neve, verso le dieci i Sinti ospitati nei locali della parrocchia di Cortile sono rientrati presso il campo.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here