La mia vita tra forbici e sketch

0
492

La creatività si può esprimere in molti modi. E, talvolta, in ambiti molto diversi. Hair-stylist o showman? Il carpigiano Max Azzolini è entrambe le cose perché per lui la passione per il lavoro di parrucchiere presso il salone Barber ‘N’ Roll in via Pezzana, 67 di cui è socio insieme a Sara Vitali, si fonde perfettamente con un’indole da showman. “Mi sento sul palco anche quando sono al lavoro. Scherzo con i clienti come fossero il mio pubblico e mi capita spesso di improvvisare piccoli sketch, o di fare battute, che poi ripropongo nei miei spettacoli. Così, unisco le mie due passioni, lavorando e divertendomi al tempo stesso”.
Una passione, quella per il cabaret, che Max coltiva da 25 anni, da quando ancora ragazzino iniziò a fare le prime imitazioni nella Parrocchia del suo quartiere, Sant’Agata a Cibeno dove ha deciso di ritornare con lo spettacolo Il mio Varietà in programma sabato 21 giugno, a partire dalle 21, che vedrà la partecipazione straordinaria di Giacomo Celentano, figlio di Adriano e Claudia Mori.  “Ho conosciuto Giacomo – racconta Max – grazie a un amico in comune, Gianni Dall’Aglio, il batterista di suo padre, ed è nato subito un bel feeling, perché è una persona semplice, come me. Quando gli ho proposto il progetto di uno show che fosse un mix tra cabaret e imitazioni, ma anche momenti di riflessione e fede, gli è piaciuto molto e ha deciso di prendervi parte presentando il suo ultimo libro La luce oltre il buio. Insieme a lui ci saranno anche sua moglie Katia Guccione e Vito Cifarelli “Relly”, sosia del molleggiato”. Ed è stato proprio imitando il celebre artista italiano che Max ha iniziato a muovere i primi passi da showman. “Stimo molto Adriano Celentano. Lo trovo geniale e anticonformista. E’ imprevedibile e mai scontato. Oltre a lui, mi piace imitare anche Toto Cutugno e Mike Bongiorno, e mi ispiro alla comicità intelligente di Fiorello e Giorgio Panariello, anche se la principale fonte di ispirazione per i miei spettacoli è la quotidianità. Ciò che mi accade durante la giornata e la realtà che mi circonda sono uno stimolo inesauribile che mi porta a creare show ironici ma veritieri”.
Proprio grazie alla sua ironia, Max fu notato anche dall’autore televisivo Matteo Bianchi e dalla presentatrice del programma televisivo Quelli che il calcio, Victoria Cabello, la quale, nel 2013, lo volle ospite nella sua trasmissione. “Venni selezionato come inviato e tifoso del Chievo. Fui ospite in studio con Victoria ed ebbi anche l’occasione di far entrare le telecamere nel mio salone a Carpi. E’ stata un’esperienza molto divertente e formativa. Respirare l’ambiente televisivo, vedere come lavorano i professionisti del settore e capire la costruzione di un programma televisivo è stato utile per l’organizzazione dei miei eventi. E per il futuro non escludo altre novità in campo televisivo purché mi diano sempre l’opportunità di esprimere me stesso in piena libertà. Intanto, io e Giacomo stiamo lavorando per portare in giro il nostro varietà. Lui ha già molti contatti in Italia e, a settembre, parteciperà a una trasmissione in Austria e poi in Russia. Se ci sarò anche io? Lo scoprirete presto”.
Chiara Sorrentino

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here