Il genio della matematica come non lo avete mai visto

0
139

Grande emozione e consenso di pubblico venerdì 14 marzo presso i Musei di Palazzo Pio in occasione dell’inaugurazione della mostra S-Veli-Amo Archimede. A fare gli onori di casa la direttrice dei Musei, Manuela Rossi che ha ricordato come l’origine di questa mostra risalga allo scorso anno quando l’Istituto Vallauri partecipò al concorso promosso dall’Unione Matematici Italiani per celebrare i 2.300 anni della nascita di Archimede con il progetto della mostra S – Veli – Amo Archimede, classificandosi al quinto posto a livello nazionale. Il progetto ha suscitato vivo interesse da parte dei Musei: da qui la nascita del sodalizio tra la scuola e Palazzo Pio che ha poi portato alla realizzazione della mostra. La direttrice ha poi sottolineato l’importante funzione di progetti scientifici di questo tipo che riescono a portare le giovani generazioni all’interno dei musei. La parola è poi passata all’assessore alla Cultura e alle Politiche scolastiche Maria Cleofe Filippi, la quale ha espresso  soddisfazione per la riuscita del progetto che ha visto collaborare scuola ed Enti Locali. La  dirigente scolastica del Vallauri, Margherita Zanasi ha poi auspicato che tale collaborazione possa ripetersi anche per gli anni futuri. La serata è proseguita con la sfilata delle alunne del Vallauri che hanno indossato gli abiti della collezione I Veli di Archimede parte integrante della mostra, interamente ispirati alla vita e alle opere del grande matematico siracusano. Questa collezione è stata ideata e realizzata dalle studentesse delle classi terze guidate dalle loro insegnanti: Giovanardi, Pighetti, Capelli, Passarelli, Pozzetti, Pignatti e Tonelli. Preziose le collaborazioni della stilista Lorena Incerti e del parrucchiere Max Azzolini di Barber ‘n’ Roll per le pettinature geometriche. Al termine della sfilata i presenti hanno potuto visitare la mostra dove la figura del matematico viene illustrata attraverso documenti dell’epoca e testimonianze storico – artistiche ma, soprattutto, viene messa in luce l’attualità del suo pensiero attraverso un’intera collezione di moda ispirata ai suoi studi. Anche gli indirizzi elettrico, meccanico ed elettronico dell’istituto hanno dato il loro contributo realizzando oggetti e congegni meccanici nei quali  trovano applicazione i principi della fisica studiati da Archimede. Saranno gli studenti dell’Istituto Vallauri a svolgere il ruolo di guide all’interno del percorso museale.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here