Festa del Racconto: 17 incontri sabato 5 ottobre

0
102

Sarà Gad Lerner ad inaugurare – alle ore 10.00 presso la Tenda di Piazzale Re Astolfo – in un incontro con gli studenti del territorio e il pubblico dal titolo Informazione e comunicazione ai tempi di Twitter, il sabato carpigiano all’insegna della Festa del Racconto, promossa dai quattro Comuni dell’Unione Terre d’Argine e realizzata grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi. Giornata, quella di domani, che si presenta ricca di appuntamenti – 17 in totale tra incontri, performance, laboratori, concerti e pranzi letterari – ed di illustri ospiti.

Se Lerner, uno dei più noti ed influenti giornalisti italiani, ripercorrerà l’evoluzione dell’informazione e dei mass media dalla privilegiata prospettiva della sua trentennale esperienza, ragionando anche sulle mutazioni della figura del giornalista ai tempi del web e dei social media, alle ore 11.30 l’Auditorium della Biblioteca Loria ospiterà, come è consuetudine per una manifestazione che ogni anno cerca di coniugare i grandi nomi della cultura con le occasioni di ricerca e scoperta, l’incontro Grandi autori di piccoli editori, con Giovanni Cocco, Gabriele Kögl ed Jelena Lengold, per scoprire come le nuove voci provenienti da Italia, Austria e Serbia abbiano molto da raccontare e, soprattutto, valgano la pena di essere ascoltate, ovvero lette.
Alla Festa del Racconto viene proposto, ogni anno, un evento legato alle tematiche ambientali: anche in questo caso, Davide Ciccarese e Tiziano Fratus guideranno il pubblico, ai Giardini della Pretura (e in caso di pioggia in Piazzale Re Astolfo) alle ore 12.00, in un viaggio alla scoperta degli orti sociali e degli alberi monumentali.
Contemporaneamente, presso Sala Estense di Palazzo Pio, inizierà l’incontro Scrivere dal carcere che, attraverso la presentazione dei Quaderni dal carcere Le voci di Alice e Parole scontate, scaturiti da incontri e laboratori condotti da esperti, detenuti e operatori del carcere, illustreranno come la scrittura possa avere anche un’importante valenza sociale di recupero delle situazioni di disagio e marginalità come sono, in questo caso, quelle di chi, uomo o donna, si trova ad essere recluso in carcere. Nello stesso ambito sarà messa in scena, con due repliche dalle ore 15.00 alle 18.00, la performance artistico teatrale Parole scontante, realizzata da ex-detenuti, agenti di polizia penitenziaria ed attori della compagnia Sted di Modena.
I lettori voraci potranno poi saziare la loro fame di letteratura anche all’ora pranzo con le Letture commestibili, ‘cucinate’ presso il Mattatoio Culture Club dall’associazione squiLibri, ‘assaggiando porzioni’ da testi di Ermanno Cavazzoni, Zadie Smith, Ugo Cornia, Roald Dahl, Paolo Villaggio, Carlo Lucarell e tanti altri e contemporaneamente assaporando L’insalata di Calvino, Il freddo riso di Pavese, la Focaccina farcita per Pratolini.
Nel pomeriggio inizieranno poi i laboratori con, dalle ore 14.00 alle 17.00 presso la Sala Espositiva della Biblioteca Loria, il workshop di lettura espressiva e narrazione condotto da Pamela Villoresi e, dalle ore 15.30 alle 18.30 presso l’Aula didattica della Biblioteca, il Corso di scrittura per aspiranti chef tenuto da Ivano Porpora.
Alle 15.30, presso i Giardini della Pretura (in caso di pioggia presso la Tenda di Piazzale Re Astolfo) Duccio Demetrio, uno dei più grandi esperti di scrittura autobiografica, illustrerà il valore artistico, terapeutico e sociale della scrittura.
Dalle ore 16.00 alle 19.00 i naviganti faranno vela verso la seconda delle Isole del Coraggio sulla quale, insieme a Nausicaa, ascolteranno gli aedi narrare del coraggio di amare, con letture dal V al VIII ottavo libro dell’Odissea e contaminazioni di Bulgakov, Manzoni, Murakami e Shakespeare.
Sarà poi il racconto delle scelte religiose come scelte di vita ad animare, alle ore 16.30, il Cortile della Biblioteca, in un dialogo tra Espedita Fisher e Antonio Prete, stimolati dal teologo Brunetto Salvarani.
Alle ore 18.00 sarà la volta della fotografia, con l’inaugurazione della mostra La bellezza silenziosa, alla presenza della pluripremiata fotografa Antonella Monzoni, intervistata da Silvano Bicocchi.
Alle ore 19.00 sarà tempo di trattenere il fiato, quando il popolare autore di noir e gialli Andrea Vitali si cimenterà poi in un reading musicale insieme ai Sulutumana, presso la Tenda di Piazzale Re Astolfo.
L’evento principale della serata sarà poi, alle ore 21.00, quello con il grande umanista Tzvetan Todorov che, presso la Tenda di Piazzale Re Astolfo racconterà i classici che ha incontrato, amato ed analizzato nel corso di una vita di letture, tra Dostoevskij, Rilke, Cvetaeva e Wilde.
Ma non si fermerà neppure la maratona di lettura che proseguirà invece, presso il Cortile d’Onore di Palazzo Pio, dalle ore 21.00 alle 24.00, con l’esplorazione del coraggio di lottare, insieme ai libri dal IX al XII dell’Odissea e la visita di Hemingway, Melville, Saramago e Sciascia.
Alla Festa del Racconto non manca neppure il cinema: per questo, dalle ore 21.00 alle 24.00, presso l’Auditorium della Biblioteca Loria, prenderà il via la retrospettiva su Maurizio Nichetti, con la proiezione di Stefano Quantestorie e Volerevolare e un dibattito, insieme al regista, sul suo cinema insieme poetico, surreale, comico e fantastico.
L’evento di chiusura di questo intenso sabato di cultura sarà, alle ore 22.00 presso Piazza Garibaldi, il reading musicale di Max Collini, frontman degli Offlaga Disco Pax e Jukka Reverberi, chitarrista dei Giardini di Mirò, che si lanceranno in uno spettacolare crescendo in cui le parole degli scrittori contemporanei si intrecceranno alle note e all’inconfondibile timbro di due tra i più interessanti protagonisti del panorama musicale italiano.

Carpi non sarà però l’unico teatro d’azione della Festa del Racconto: si riderà infatti, e molto, in Piazza Castello a Campogalliano, con gli Eroi a tavola del comico Davide Dalfiume.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here