Dipinti d’acqua

0
51

L’acquerello è una tecnica molto nota e praticata anche perchè apparentemente semplice. In realtà è tra le più complesse dal momento che si materializza con l’acqua mista a pochissimo pigmento. L’acqua è fuggevole, si dispone, si mescola, si disperde all’istante, ed è solo l’abilità unita alla sensibilità dell’artista, che può cogliere l’attimo giusto in cui intervenire. La carpigiana Lorena Ghizzoni è un’abile acquerellista, capace di usare la tecnica con straordinaria sensibilità. I temi proposti nell’esposizione sono: scorci della città di Correggio, la ‘Gatta’ e i fiori. Nei paesaggi presenta notturni con scorci prospettici, porzioni di architetture, particolari. Le tenebre sfumano nei molti toni del grigio, mentre un lampione, con un volo di luce, illumina di colori caldi e soffusi i viali alberati e, radente, descrive le architetture. Lo spazio prospettico bene organizzato, i particolari suggeriti più che descritti, le tonalità dei colori ci rimandano a un’atmosfera un po’ surreale, come un abbandono alla poesia. Il monumento ad Antonio Allegri, più conosciuto con il nome della sua città ‘Correggio’ è interpretato, nella costruzione del volume, a colori anche abbastanza vivaci anziché a chiaroscuro monocromo, così da condurci subito alla pittura e al suo grande interprete, vanto della città. Ma è nella “Gatta” forse il soggetto piu amato, che l’artista riesce a sintetizzare spazio, linea, colore, in mdo tale da cogliere il significato complessivo dell’animale: il carattere dato dalle movenze, dallo sguardo magnetico, dalle abitudini, dagli umori. Infine il tema dei fiori, così diffuso in chi pratica questa tecnica, è solo apparentemente semplice. Nelle composizioni di Lorena il rapporto spazio colore, volume, è tanto equilibrato da apparire naturale. Spesso la luce è rappresentata da uno spazio lasciato bianco, così che i colori intorno, dialoganti, creano il volume. L’effetto è leggiadro tanto da farci percepire la fragranza del profumo.
Vernissage con aperitivo, sabato 23 febbraio, alle 18, nella cornice di Palazzo Contarelli a Correggio.
Orari di apertura: mercoledì e giovedì dalle 10 alle 12,30; venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 16 alle 19,30.
Anna Ferrarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here