Soliera aderisce alla Fondazione Parco della Pace di Sant’Anna di Stazzema

0
57

Nella seduta del 7 febbraio scorso, il Consiglio Comunale di Soliera ha deciso, all’unanimità, di aderire alla Fondazione Parco Nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema, cittedina lucchese dove avvenne una delle più efferate stragi nazifasciste mai commesse. Era il 12 agosto 1944 e in questo piccolo borgo sulle Alpi Apuane morirono 580 persone. Il Parco nazionale della Pace è stato istituito con la legge 381 del 2000 allo scopo di mantenere viva la memoria storica di quei tragici eventi e educare le nuove generazioni ai valori della pace, della giustizia, della collaborazione e del rispetto fra i popoli e gli individui.
Il Parco, sia dal punto di vista morfologico che funzionale, costituisce un connubio ideale tra ambiente, storia e memoria, grazie ad uno stretto collegamento tra la natura incontaminata, i borghi e gli insediamenti sparsi sul colle e i luoghi dell’eccidio.
L’ordine del giorno – presentato dalle consigliere di maggioranza Marina Sternieri e Rosanna Righi – è stato illustrato dalla consigliera Ylenia Guerra che ha ricordato brevemente la tragica vicenda e sottolineato la necessità etica di mantenerne viva la memoria, al fine di educare le giovani generazioni al rifiuto della violenza e della guerra, in sintonia con l’articolo 11 della Costituzione italiana.
L’assessore alla Memoria Patrizia Natali ha inoltre ricordato le proficue collaborazioni che il Comune di Soliera ha instaurato da anni con realtà del territorio modenese come le Fondazioni Ex Campo di Fossoli e Villa Emma, il Museo della Repubblica di Montefiorino e il Parco della resistenza di Santa Giulia di Monchio di Palagano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here