Rifondazione non siederà più in Consiglio a Carpi

0
66

Dopo quasi quattro legislature Rifondazione Comunista di Carpi non sarà più in Consiglio Comunale. “Non ci saremo più – spiegano i militanti di Rifondazione – perché a noi l’antifascismo compete, anzi è la base minima di un possibile rapporto con altre forze politiche e se un leader nazionale duettando con Casapound, afferma il contrario, quella base minima si sgretola e il rapporto con quel simbolo e quel leader non può più sussistere. Abbiamo cercato una soluzione per proseguire l’esperienza finora positiva di coalizione incarnata dal Consigliere Paluan proponendo di rinunciare ciascuno al proprio simbolo e ricostruendo il gruppo consiliare e la conferma di Paluan attorno al Coordinamento Beni Comuni e partecipazione che ci ha visto tutti insieme in questi anni opporci alle guerre, alla cementificazione del territorio e alla vendita delle azioni Aimag. Questo percorso non è stato possibile per la non approvazione – legittima – del Movimento 5 stelle di Carpi. Confermiamo la stima per Paluan rafforzata dalla coerenza personale che lo ha portato alle dimissioni.
Confermiamo anche la stima e il rispetto per gli uomini e le donne che a Carpi hanno dato vita al M5S, al di là delle scelte fatte e delle differenze che permangono.
Per quanto ci riguarda, dentro e oltre questa campagna elettorale in cui appoggeremo la lista Rivoluzione Civile, lavoreremo da subito per costruire a Carpi un polo della sinistra in grado di costruire l’alternativa popolare alla crisi”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here