Sesto San Giovanni dona a Carpi 12mila euro

0
96

Sono stati consegnati al Sindaco di Carpi Enrico Campedelli gli oltre 12mila euro raccolti a Sesto San Giovanni nell’ambito del progetto Aiutiamo Carpi. Nei giorni successivi al terremoto che ha colpito l’Emilia, l’Amministrazione comunale di Sesto San Giovanni ha infatti stretto un patto di amicizia con la città di Carpi per concentrare in quel comune le iniziative di solidarietà organizzate in città.
E’ stato aperto un conto corrente nel quale sono stati depositati i soldi raccolti da singoli cittadini, dalle associazioni del territorio, dai consiglieri comunali che hanno devoluto il gettone di presenza di una seduta di Consiglio, dai dipendenti del Comune che hanno deciso di devolvere una parte dello stipendio.
I 12.095 euro raccolti aiuteranno a finanziare il progetto della città di Carpi “Muoviti muoviti”, dedicato allo sviluppo della pratica sportiva per i bambini delle scuole materne ed elementari. Quest’anno il progetto ha un valore ancora più alto, visto che molte delle palestre scolastiche risultano tutto’ora inagibili e che la nuova palestra prefabbricata sarà disponibile solo in primavera.
“Siamo orgogliosi – ha dichiarato il Sindaco di Sesto San Giovanni Monica Chittò – di poter contribuire a tenere in vita un progetto dedicato all’attività sportiva nelle scuole. Il gioco e il movimento, infatti, sono fondamentali per una crescita armonica a sana dei bambini, tanto più se questi sono costretti a vivere in condizioni disagevoli. Esprimo un sentito ringraziamento a tutte le associazioni, i cittadini, i consiglieri comunali e i dipendenti che hanno aderito a questa iniziativa, una delle tante organizzate, anche in maniera autonoma, in città per portare un aiuto concreto alle popolazioni colpite dal sisma, dimostrando ancora una volta come Sesto San Giovanni sia una città che ha nel suo DNA i valori della solidarietà e dell’inclusione. Auguro infine alle donne, agli uomini e ai bambini di Carpi e di tutte le altre città colpite dal terremoto di potersi rialzare al più presto e di ritornare quanto prima alla normalità”.
“Il progetto che finanzieremo grazie alle risorse che ci arriveranno – ha dichiarato Campedelli – ha l’obiettivo di aumentare la pratica sportiva per i ragazzi nelle scuole. Lo stare insieme, il farsi forza a vicenda, impegnarsi e pensare ad altro che non sia il terremoto è una cosa importantissima, soprattutto per i bambini. Dobbiamo guardare avanti e, pur nelle difficoltà quotidiane, questi progetti ci aiutano a farlo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here