Cas: ci sei o ci fai?

0
85

Il Comune di Carpi ha completato la liquidazione dei contributi per l’autonoma sistemazione. Si tratta del contributo erogato per il periodo giugno – luglio a favore di quanti hanno avuto la propria abitazione inagibile a causa del terremoto e hanno trovato una sistemazione autonoma e indipendente, senza avvalersi di altre forme di sostegno pubblico (tendopoli, alberghi). Il Comune di Carpi ha così corrisposto la somma di 748.680,60 euro (trasferita dallo Stato attraverso la Regione), a favore di 1.200 famiglie circa. A una famiglia di quattro persone, mamma, papà e due figli minori sono stati corriposti, per la precisione, 838,71 euro per il Cas di giugno e luglio. Per procedere alla liquidazione del contributo per l’autonoma sistemazione del periodo agosto/novembre entro la fine dell’anno, il Comune di Carpi ha richiesto alla Regione Emilia Romagna il trasferimento immediato delle risorse relative al Contributo per il periodo agosto-novembre, per un importo stimato pari a 2.052.937,52 destinati a 890 famiglie. Purtroppo di questi soldi ancora non c’è traccia sui conti correnti dei beneficiari che si trovano in condizione di grave difficoltà alle prese coi lavori di ristrutturazione delle loro case, con l’affitto da pagare, le tasse da versare e il desiderio di trascorrere un Natale il più sereno possibile. Lo Stato fissa scadenze se deve incassare, non certo se deve sborsare… Ma non sono solo i tempi biblici a turbare il sonno dei terremotati alle prese con un dubbio amletico: come è possibile che le somme siano tutte corredate di virgole quando l’ordinanza fissa contributi tutti a cifra tonda?
S.G.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here