A Fossoli si sorride per i più piccoli

0
74

“L’idea è nata prima del terremoto – spiega la responsabile del campo giochi Daniela Bertacchini – l’associazione dei genitori è sempre stata molto attiva, e da tempo era in cantiere la possibilità di creare un campo estivo della scuola stessa”.  E’ così che le scuole Gasparotto di Fossoli, per la prima volta danno la possibilità ai genitori di lasciare i propri figli in un ambiente sicuro e conosciuto come quello della scuola, dove i bambini passano le loro giornate per tutto l’anno. La struttura, fortunatamente agibile, permette ai bimbi di svolgere attività al chiuso, anche se con l’estate che avanza, le belle giornate sono un’ottima scusa per organizzare tante attività all’aperto. Osservando la scena, sembrerebbe che il terremoto non sia arrivato a scuotere l’animo dei bambini, che sorridono e si divertono sotto lo sguardo attento dei responsabili e di qualche genitore.

Che tipo di rapporto si è instaurato tra voi, educatori, e i vostri ragazzi?
“Una delle prime cose che impari – ci spiega Daniela- lavorando a contatto con i bambini, è che per quanto tu possa insegnare, saranno sempre loro a lasciarti qualcosa alla fine, anche in questo brutto momento: la loro ingenuità e semplicità ci permette di affrontare la giornata con meno preoccupazioni, e sicuramente di sorridere di più”. Il campo estivo delle scuole Gasparotto ha anche aiutato chi ha subito i danni maggiori, collaborando gratuitamente più volte con le tendopoli. Ogni 8 bambini è presente un educatore e, per dare la massima disponibilità, verranno assunti tutti gli educatori necessari per offrire il servizio più ampio possibile, considerando che chiunque desiderasse portare i propri figli in questo centro sicuro e ben attrezzato, potrà farlo senza badare al comune di provenienza. Sono dunque competenza e professionalità le prime caratteristiche che risaltano, affiancate egregiamente dal desiderio di far passare ai nostri ragazzi momenti di svago e tranquillità nel massimo della sicurezza. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here