5,5 milioni di euro di danni alle scuole della Bassa

0
61

Interventi della durata di sei mesi al Galilei di Mirandola, l’edificio che ha subito le conseguenze più gravi a seguito del terremoto, e di circa quattro mesi al complesso del Calvi-Morandi di Finale e al Pico di Mirandola. Sono le previsioni dei tecnici provinciali per il ripristino degli istituti superiori danneggiati dal sisma: «Utilizzeremo procedure d’urgenza – spiega Egidio Pagani, assessore provinciale alle Infrastrutture – ricorrendo ad affidamenti immediati per accelerare i tempi di ripristino e messa in sicurezza degli edifici scolastici e garantire il rientro degli studenti per il nuovo anno scolastico».
Iti Galilei di Mirandola: frequentato da mille studenti, ha subito danni puntuali alle strutture primarie, in particolare le scale, e danni diffusi al 90 per cento di tramezzi e controsoffitti; al 40 per cento degli infissi interni e problemi minori a infissi esterni e pavimenti. È inoltre da ripristinare quasi completamente l’impiantistica mentre palestre e officine potranno tornare agibili con interventi della durata di circa 15 giorni. L’intervento sul Galilei è stimato in sei mesi di lavoro.
Iti Luosi di Mirandola: pur essendo nello stesso edificio del Galilei, di cui è un ampliamento, potrebbe essere nuovamente agibile nell’arco di tre mesi avendo riportato danni localizzati a meno della metà di tramezzi e controsoffitti mentre le strutture primarie risultano integre. Il costo per il ripristino in entrambi gli istituti è stimato in tre milioni e 100 mila euro.
Iti Calvi e liceo scientifico Morandi di Finale: anch’essi collocati nello stesso edificio, hanno subito danni puntuali alle strutture primarie e danni diffusi a tramezzi, controsoffitti, pavimenti e infissi. La scuola è allagata a causa della rottura delle condotte idriche dei bagni e, anche in questo caso, l’impiantistica è da rifare quasi completamente. La palestra del Calvi potrà essere resa agibile in una decina di giorni e anche quella del Morandi necessita solo di interventi modesti. Il tempo stimato per la conclusione dei lavori è di quattro mesi e il costo due milioni di euro.
Liceo classico Pico di Mirandola: presenta danni al corpo ascensore, alla zona biblioteca e ai cornicioni e richiede interventi di ripristino non particolarmente impegnativi (quattro mesi di lavoro e 400 mila euro di costi) ma complicati dal fatto che l’edificio è vincolato. In ogni caso la ripresa dell’attività didattica dipende dalla messa in sicurezza dell’adiacente complesso di San Francesco, il cui campanile è pericolante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here