Candidato un imprenditore

0
95

Eccola la novità assoluta delle prossime Amministrative di maggio. La Lista civica indipendente Progetto Comune, che si colloca al di fuori e al di sopra dei partiti; una lista di giovani, donne, studenti e liberi professionisti, di provenienza trasversale. “Persone che, per poter dare risposte ai problemi insoluti e alle necessità di Novi, hanno ritenuto doveroso costituirsi in Lista civica, libera e autonoma dalle logiche di schieramento.

Il Progetto Comune – hanno commentato i promotori – nasce per unire non simboli di partito, ma persone, idee, proposte. Ed è proprio per mantenere questa autonomia propositiva e questa indipendenza dagli schieramenti, che abbiamo rifiutato ipotesi di accordo coi partiti, per far fare a Novi un salto di qualità, sulla falsariga del Governo tecnico di Monti, che ha sostituito i partiti tradizionali”.

E il programma presentato agli elettori va controcorrente rispetto alla politica tradizionale: meno assessori ma con più poteri; il coinvolgimento del volontariato nella pubblica amministrazione; la valorizzazione dei consigli delle frazioni di Rovereto e Sant’Antonio e un Comune unico al posto dei quattro dell’Unione Terre d’Argine per razionalizzare gli interventi e ridurre i costi. E, ancora, la costituzione di un Ufficio per le relazioni col cittadino, spesso vittima della burocrazia comunale; il contrasto dell’illegalità a difesa del cittadino col vigile di frazione e la videosorveglianza. Al centro dell’attenzione anche il tema immigrazione con la creazione di un Gruppo di riferimento misto coi rappresentanti delle varie etnie e degli educatori culturali e scolastici.

E, ancora, il potenziamento dei Centri di aggregazione giovanile, l’istituzione di una Carta Giovani che preveda agevolazioni economiche; la riduzione dei consumi energetici attraverso lo sfruttamento di fonti alternative; un maggiore utilizzo dei finanziamenti regionali ed europei per favorire la nascita di reti di impresa e la valorizzazione del comparto scale. Infine, la ristrutturazione di via Bosco, per migliorare il collegamento col Reggiano; la minimizzazione dell’impatto ambientale della Cispadana e l’ottenimento dell’impegno a impiegare le imprese locali, per la realizzazione dell’opera salvaguardando il Caseificio Razionale; la riqualificazione dei parchi e l’elaborazione di un piano di recupero del Teatro.

Questi i nomi della lista al completo: Mauro Fabbri, 50 anni, imprenditore, candidato sindaco e Marco Diegoli, 23 anni, studente, candidato vice sindaco. Serena Caramori, 29 anni, insegnante; Andrea Ferraresi, 38 anni, agente di commercio; Mattia Fiorentini, 29 anni, ingegnere gestionale; Ermes Giovanella, 59 anni, artigiano; Giorgia Grossi, 39 anni, legale di impresa; Giovanna Mantovani, 54 anni,animatrice sociale; Anouar Moutassime, 42 anni, operaio; Silvia Pantano, 19 anni, studentessa; Maria Giusy Pizzo, 32 anni, impiegata; Rita Pollastri, 27 anni, laureata in lingue; Giorgia Rossato, 39 anni, agente di commercio; Elisa Turci, 20 anni, studentessa; Pietro Vezzani, 41 anni, responsabile commerciale e Serena Vitali, 23 anni, studentessa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here