E dopo l’India, spunta l’Everest…

0
58

L’istrionico Alle Tattoo, al secolo Alessandro Bonaccorsi, il nostro amatissimo e vulcanico World Guinness Record per la sessione più lunga di tatuaggi, la settimana scorsa è tornato in India con la moglie Stefania Dotti, insieme ad altri 120 ospiti, su invito dell’India Book of Records per l’impegno profuso a favore del Paese, nel 2011. L’estate scorsa infatti Alle, insieme ai suoi inseparabili collaboratori, la socia Mi, Davide e Sara, aveva partecipato a una Convention Internazionale di Tatuaggi a Nuova Dehli, sbaragliando tatuatori accorsi da ogni parte del mondo e conquistando l’ambito riconoscimento Best in the show. La partecipazione alla convention però, gli aveva dato la preziosa opportunità di dedicarsi alla solidarietà, attraverso l’associazione da lui fondata: Alle Tattoo E20. Alessandro e il suo staff infatti, grazie alla collaborazione con il Comitato della Croce Rossa di Carpi e a Baca onlus (Bikers Again Child Abuse), avevano raccolto materiale didattico da donare a scuole, orfanotrofi e all’Associazione Madre Teresa di Calcutta. L’India Book of Records ha proposto ai nostro prode tatuatore di cimentarsi in altri due Guinness dei Primati, ma “noi – ride Alle – che non siamo avvezzi al risparmio, ne abbiamo fatti tre”. Alle ha così eseguito il maggior numero di tatuaggi colorati in 5 minuti, sulla pelle di un personaggio davvero particolare: l’uomo, infatti, è il detentore del maggior numero di Guiness dei Primati al mondo. Dopo di che si è svolta una sfida tra tatuatori per stabilire chi fosse in grado di eseguire il maggior numero di tatuaggi di dimensione prestabilita, in 5 minuti. “In questa gara – continua Alle – ho tatuato mia moglie e ho stabilito il guinness: 102 tatuaggi in 5 minuti. Stefania invece ha ricevuto un riconoscimento per essere stata la persona che si è fatta fare il maggior numero di tattoo in un tempo limite”. Record a parte, anche questo viaggio è stato all’insegna della solidarietà. “Io e i ragazzi dell’Alle Tattoo Soliera World Guinness of Records in collaborazione con la Natalino Zen Foundation onlus, anche in questa occasione, abbiamo voluto portare un sorriso ai più bisognosi, consegnando di persona materiale didattico e abiti a orfanotrofi, scuole, ospedali e ad associazioni che operano sul territorio a favore dei più poveri”. A seguirli nelle consegne un gruppo di giornalisti e troup televisive di tutto il mondo (Thailandia, Russia, Vietnam, Canada, Francia, India…): “è stata una gioia per noi testimoniare che l’Italia è anche sinonimo di arte, beneficenza e voglia di vivere, sfatando così i tanti pregiudizi che, spesso, accompagnano, il nostro Paese all’estero”. E ora, cosa accadrà? Cosa sta tramando il nostro imprevedibile Alle Tattoo? “A breve decollerà un nuovo progetto, da matti ovviamente – assicura ridendo Alle – vogliamo scalare l’Everest e cimentarci nella sessione di tattoo più alta al mondo”. Ad accompagnarlo in questa impresa e a essere tatuato sul tetto del mondo, a oltre 8mila metri, sarà il recordman Vittorio Brumotti. Se ne vedranno davvero delle belle…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here