Rovereto, sospesa l’attività di un’azienda cinese

0
228

I Carabinieri di Carpi hanno sospeso due attività commerciali per l’impiego di manodopera non regolarmente assunta per oltre il 20% dei lavoratori. Nel mirino dei Militari a Novi di Modena e Medolla, coadiuvati nei blitz dall’Ispettorato del lavoro di Modena, le aziende tessili cinesi. In particolare, durante i controlli eseguiti nel corso della notte (orario prediletto dai cinesi per lavorare senza disturbo), i Carabinieri hanno sospeso l’attività lavorativa del laboratorio Confezione Marco a Rovereto per aver impiegato in nero 3 lavoratori su un totale di 10 dipendenti ed elevato una sanzione di oltre 7mila euro. Più grave la situazione della ditta tessile Confezioni Anna, a medolla che aveva impiegato in nero 3 lavoratori su un totale di 3, uno dei quali clandestino e accompagnato presso la Questura di Modena per l’espulsione. La titolare è stata denunciata per favoreggiamento di clandestini e sfruttamento manodopera clandestina. Dall’inizio dell’anno sono stati eseguiti 1 arresto, 4 aziende sospese e 15 lavoratori in nero scoperti, mentre nel corso del 2010, la Compagnia di Carpi ha sospeso 35 attività imprenditoriali e commerciali, accertate oltre 100 assunzioni irregolari, arrestate 12 persone per inottemperanza a ordini di espulsione e denunciati 20 clandestini. Le sanzioni amministrative comminate ammontano a un totale di circa 200mila euro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here