La transizione agita i genitori

0
88

Il problema riguarda esclusivamente le famiglie residenti nella zona nord di Carpi alle prese con l’iscrizione dei figli alla scuola secondaria di primo grado: gli studenti che frequenteranno la prima media nell’anno scolastico 2011/2012 sono i protagonisti di una fase di transizione delicata.
Partecipando alla riunione di presentazione presso le Medie Focherini, i genitori sono stati informati del trasferimento nella nuova scuola che sarà costruita a Cibeno. Le famiglie coinvolte in questo eventuale trasferimento sono quelle residenti nel territorio tra via Pezzana e via Canalvecchio, nella nuova zona di espansione urbanistica al di là di via Roosvelt.
Il fatto è che la nuova scuola media ancora non c’è e questo, oltre a informazioni di corridoio non confermate, ha ingenerato una comprensibile apprensione. E se solitamente arrivar primi è il traguardo più ambito, in questo caso i genitori dei piccoli pionieri la pensano diversamente tanto da
aver richiesto un incontro con l’assessore Maria Cleofe Filippi. Erano presenti i dirigenti scolastici Vito Pecoraro delle Focherini e Attilio Desiderio del 3° Circolo, a cui farà capo la nuova scuola media.
“La nuova scuola di Cibeno sarà pronta per l’anno scolastico 2012/13 – rassicura la Filippi – perché il progetto è già stato approvato e, a giorni, verrà pubblicato il bando per l’assegnazione dei lavori che si concluderanno nell’arco di diciotto mesi.
La situazione delle Medie Focherini è critica da anni a causa di un sovraffollamento non più sostenibile: quella scuola era nata per ospitare sei sezioni, che ben presto sono diventate otto e che aumenteranno a undici nel prossimo anno scolastico. E’ indispensabile alleggerire l’utenza e, rispondendo a una preoccupazione del Preside, abbiamo deciso di destinare tre corsi a Cibeno: sono tre delle nuove prime classi, che passeranno nella nuova sede per frequentare seconda e terza media. Per formarle ci siamo affidati allo stradario: considerando il territorio da via Pezzana a comprendere tutto Cibeno ci sono settanta famiglie con figli che frequenteranno la prima media l’anno prossimo, un numero sufficiente per la formazione delle tre classi che sono destinate al trasferimento”.
“Evidentemente le informazioni non sono passate in modo tranquillo e i genitori coinvolti hanno richiesto un incontro nel corso del quale abbiamo illustrato le caratteristiche della scuola. Il paradosso è che sarà un gioiello per Carpi, ma pare che nessuno voglia andarci!”.
La riorganizzazione è stata programmata e concordata col Provveditorato per creare minori problemi, anche al corpo docente che insegnerà nella nuova scuola, eppure ci sono state resistenze da parte dei genitori ma “sono convinta – ribadisce la Filippi – che quando sarà pronta nessuno vorrà andare nella vecchia”.
Nel frattempo rimangono i problemi di sovraffollamento alle Focherini dove si sta verificando la disponibilità di locali per ospitare tre classi. “Stiamo valutando la possibilità di usufruire dei locali mensa delle elementari Saltini, oggi vuoti e disponibili. Ma quante e quali classi siano destinate a traslocare ancora non è stato deciso”.
“L’iscrizione alla scuola media resta libera. L’importante è che la gente sappia che tre delle prime classi che si formeranno presso le Focherini sono destinate al trasferimento nella nuova scuola media di Cibeno. Le famiglie devono essere consapevoli di questo e decidere di conseguenza”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here