E non chiamatele ragazzate!

0
74

Mentre camminavano, i due sono stati avvicinati da una decina di quattordicenni desiderosi di attaccar briga. Uno di questi, senza alcun motivo ha puntato una torcia in faccia a uno dei ragazzi che, accecato dalla luce, d’impulso lo ha spinto per allontanarlo. Gesto che ha scatenato l’ira della gang che, dopo averlo immobilizzato ha iniziato a picchiarlo, sotto gli occhi increduli dell’amico. Trasferito in Pronto Soccorso il giovane, che indossava le lenti a contatto, non ha fortunatamente riportato danni permanenti agli occhi. Con la chiusura delle scuole sono numerosissimi gli adolescenti che affollano il centro storico la sera. Perlopiù li si vede appollaiati sui gradini del Comunale e nel Cortile delle Steli. Non è insolito sentirli fare commenti scurrili e denigratori al passaggio di giovani donne o anziani. Insieme, nel branco, si sentono forti. Altro che i ragazzi del muretto: sui gradini del cortile delle Steli lasciano tappeti di sigarette, cocci di bottiglia e imbrattature. Piccole bande che non solo rumoreggiano ma che, dalla settimana scorsa, hanno aggredito due amici colpevoli soltanto di essere passati nel posto sbagliato, nel momento sbagliato. Dieci contro uno non è una rissa. Non è nemmeno una ragazzata. Dieci contro uno un’aggressione. Insensata e vigliacca.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here