Il manifesto della gentilezza

0
627

E’ ai nastri di partenza la quarta edizione della Settimana della gentilezza: tutti gli studenti e le famiglie delle scuole del Comprensivo Carpi 2 saranno invitati a compiere atti di disinteressato altruismo dall’11 al 18 aprile. “Un modo per sensibilizzare i nostri giovani alunni circa l’importanza di mettere in pratica, quotidianamente, atti di gentilezza. Un valore spesso sottovalutato che, al contrario, deve diventare protagonista tra i banchi di scuola, come in famiglia e nella comunità in generale”, spiega l’insegnante Valentina Marmiroli, responsabile del progetto e docente della Scuola Media Guido Fassi. “Un’occasione preziosa per sensibilizzare i ragazzi al rispetto del diverso, ai temi dell’inclusione sociale, della solidarietà, del volontariato e dell’integrazione. Sono davvero entusiasta dell’opportunità che il dirigente scolastico Attilio Desiderio mi ha offerto, affidandomi il compito di coordinare le iniziative in programma e sono grata del sostegno e dell’apporto dei miei colleghi”. Numerosi gli ospiti che animeranno il programma della Settimana della gentilezza, i quali “interagiranno con i ragazzi, facendoli sentire protagonisti. La nostra è una scuola che ama aprirsi al territorio, facendo propri stimoli ed esperienze che vengono dall’esterno. Per tale motivo abbiamo cercato di coinvolgere tutte le arti, dalla musica alla danza, alla letteratura, per affrontare in modo originale e coinvolgente le tante declinazioni e le differenti sfumature della gentilezza”. Ad aprire le danze saranno, per le classi terze, sabato 11 aprile, il Nubilaria Clarinet Ensemble guidato dal professor Giuliano Forghieri e alcune toccanti letture sul tema della Shoah, curate dalla professoressa Daniela Morisi. I ragazzi della 2B invece, armati di scope e palette, con la supervisione della professoressa Antonella Della Casa, si dedicheranno alla pulizia dell’area cortiliva della scuola e lanceranno la raccolta di materiale informatico usato da consegnare poi alla Scuola Primaria Vinci. Lunedì 13 aprile gli studenti incontreranno Marino Malaguti, presidente dell’associazione Africa libera, per  conoscere da vicino la realtà vissuta ogni giorno dai loro coetanei nati in Paesi del Sud del mondo e per i quali si impegneranno a raccogliere del materiale scolastico. Martedì 14 aprile spazio alla lettura di brani dedicati ai temi dell’altruismo e della solidarietà insieme all’attrice e insegnante di recitazione Sara Gozzi e alle sue allieve Beatrice Corrao e Athena Pozzati. “Vere e proprie lezioni interattive, durante le quali è richiesta la partecipazione attiva dei ragazzi”, assicura la professoressa Marmiroli. Mercoledì 15 aprile, le prime classi incontreranno le volontarie del Gattile di Carpi Deanna Borghi e Aurelia Ganassi, le quali parleranno loro dell’importanza di rispettare e prendersi cura degli animali e dell’ambiente che ci circonda. Giovedì 16 aprile, gli alunni delle seconde, avranno invece l’opportunità di confrontarsi con le  volontarie di Amnesty International – Sezione di Carpi, Rossella Damiano e Paola Goldoni. Più ludico e giocoso il momento di Zumba kids in spagnolo animato dall’istruttrice Esther Valeria Magra: “un’occasione – prosegue Valentina Marmiroli – per tutti i bambini, compresi i più problematici o con disabilità, di lasciarsi andare ed esprimersi attraverso la musica e il ballo”. Venerdì 17 aprile, le volontarie dell’Udi, Marzia Liotta e Valentina Po, si concentreranno sull’importanza del superamento degli stereotipi di genere: dall’omofobia alla violenza sulle donne. Sabato 18 aprile, le Fassi ospiteranno la dottoressa Zighereda Tesfamariam, eritrea, presidentessa dell’associazione Donne nel mondo di Modena, da anni impegnata nella promozione di temi fondamentali quali le migrazioni dei popoli, l’integrazione e il rispetto della donna. “Sono certa che la sua testimonianza sarà preziosa per i nostri ragazzi e li aiuterà a comprendere l’importanza di rispettarsi gli uni gli altri, ciascuno con le proprie diversità”. Dopo l’esibizione del Coro Teen Choir, diretto da Stefania Malavasi, tutte le classi potranno assistere nel cortile della scuola alla performance dei danzatori in sedia a rotelle appartenenti ad Aias di Bologna: l’Associazione Italiana Assistenza Spastici è stata fortemente voluta dal dirigente Desiderio per l’impegno costante profuso nel garantire dignità alle persone disabili  promuovendo il loro diritto a una vita serena e inclusiva nella comunità. A concludere in bellezza la settimana, alle 13, verranno poi premiati i sei vincitori del concorso di poesia sul tema della gentilezza, organizzato dalla professoressa Fiorella Iacono. Una settimana che appare come un vero e proprio manifesto della gentilezza. Nessuna autoreferenzialità, bensì partecipazione attiva e protagonismo degli studenti, i quali (dopo aver creato il logo dell’iniziativa insieme alla professoressa Valeria Leporati) si spenderanno ogni giorno in gesti gentili per accumulare I dobloni della gentilezza e si dedicheranno alla stesura di poesie e articoli (con l’aiuto delle docenti Marmiroli, Iacono e Rossella Sansone) dedicati a questo prezioso e sempre più desueto valore. 
Jessica Bianchi
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here