Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
La Naturopatia come stile di vita
Carpi | 07 Giugno 2019

“Mentre il medico si occupa della diagnosi e delle terapia, il naturopata si concentra sulla causa che ha scatenato la malattia; valuta il terreno costituzionale, le predisposizioni, le capacità reattive e interviene in particolare nella prevenzione dei disturbi per favorire la creazione di uno stile di vita sano”.  Nancy Pardo, naturopata diplomata, esordisce spiegando come la Naturopatia, branca della medicina olistica, possa integrarsi alla medicina tradizionale (senza mai sostituirvisi), per contrastare e prevenire alcuni disturbi ricorrenti tra la popolazione.

Dottoressa Pardo, quando ha deciso di approcciarsi allo studio della Naturopatia?

Mi sono avvicinata alla Naturopatia per problemi personali. Soffrivo di emicranie, allergie e reflusso gastro esofageo ed ero stanca di assumere medicinali. Andai da un naturopata che per quei tempi era qualcosa di impensabile e da allora è nata una passione che mi ha portata a iscrivermi, nel 2014, all’Accademia di Naturopatia a indirizzo bioenergetico ANEA di Prato, una tra le più importanti e accreditate in Italia, e a diplomarmi nel 2018. Oggi, collaboro con uno studio di Formigine, I professionisti del benessere naturale. Il percorso naturopatico è stato importantissimo e rivelatore: mi ha portata ad avere una maggiore autoconsapevolezza e ad acquisire uno stile di vita sano ed equilibrato. Sono inoltre specializzata in Alimentazione energetica, Dietetica Cinese, studiosa di Nutraceutica, (in riferimento allo studio degli estratti di piante e minerali impiegati come nutraceutici) e Dermobiotica che indaga i rapporti tra pelle e microbiota intestinale, poiché molte malattie dermatologiche sono in relazione con l’infiammazione intestinali e la disbiosi”.

In quali aspetti della vita quotidiana questa disciplina può esserci utile?

“La Naturopatia è un percorso adatto a coloro che ritengono di voler diventare fautori costanti del proprio benessere psico-fisico, a chi ritiene che prevenire sia meglio che curare e a tutti coloro che possono riconoscersi in molteplici situazioni e problematiche comuni”.

In pratica cosa fa il Naturopata?

“Come Naturopata individuo le caratteristiche fisiche ed energetiche delle persone, le predisposizioni e le problematiche attuali, gli aspetti metabolici, le abitudini alimentari, lo stile di vita e le condizioni di squilibrio presenti, nonché gli obiettivi che si vogliono ottenere. Dopo una prima e attenta anamnesi della persona e del suo stile di vita, attuo come prima forma di prevenzione una corretta alimentazione contenente cibi ricchi di sostanze antiossidanti, previa profilassi e/o trattamento di pulizia del “terreno” costituzionale, attraverso l’uso di fiori di bach, oli essenziali, prodotti fitoterapici (tinture madri, gemmoderivati), probiotici e prebiotici e ponendo attenzione all’igiene personale e all’ambiente in cui si vive”.

Progetti per il futuro?

“Sono convinta che la figura del naturopata debba specializzarsi sempre più per integrarsi al meglio con la medicina tradizionale occidentale che, per molti versi, negli ultimi anni, si è aperta e avvicinata al mondo della Naturopatia riservandole particolare attenzione. Il mio sogno è quello di poter un giorno insegnare questa materia nelle scuole: ai ragazzi, agli uomini e alle donne del domani, affinché possano capire quanto delle abitudini quotidiane corrette siano importanti per una qualità della vita decisamente migliore”.

Chiara Sorrentino


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie