Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Si rifà la rete fognaria sotto la Tangenziale: il traffico non subirà battute d’arresto
Carpi | 06 Giugno 2019

“Da anni abbiamo intrapreso un’azione di rinnovo sistematico delle reti fognarie per garantire così continuità di servizio, tutela dell’ambiente e della sicurezza pubblica. Per Aimag - spiega la presidente della municipalizzata, Monica Borghi - l’efficientamento di tale sistema è fondamentale e il nostro territorio può vantare standard altissimi soprattutto se si pensa che nel Nord Italia ben 6 abitanti su 10 sono ancora privi di rete fognaria”. Nel quadriennio 2016 - 2020, aggiunge il direttore operations Davide De Battisti, “Aimag investirà ben 5 milioni di euro per la manutenzione e il rifacimento del reticolo fognario. Grazie a un capillare lavoro di video ispezioni e di operazioni di pulizia vengono individuati i tratti in cui si rende necessario un intervento di rifacimento”. Il prossimo a decollare (la cui spesa ammonta a 1,3 milioni di euro) sarà quello che interessa la Tangenziale Bruno Losi, nel tratto compreso tra via dell’Industria e via delle Magliaie: “l’area è strategica - spiega Floriano Scacchetti, responsabile del Servizio Idrico integrato - poiché rappresenta un crocevia fognario di fondamentale importanza per l’assetto ambientale del territorio poiché vi confluiscono i reflui provenienti dai bacini dei comuni di Campogalliano e Correggio e la zona sud di Carpi. La condotta, posata oltre 40 anni fa, lunga circa 650 metri e realizzata in calcestruzzo, necessita di essere rinnovata e, quindi, a partire dal 24 giugno, prenderà il via il cantiere per sostituirla”. Posta a una profondità di oltre 4 metri rispetto al piano stradale, la condotta verrà sostituita attraverso una tecnica no-dig, ovvero senza scavo, per limitare l’impatto sulla viabilità: “sostanzialmente - prosegue Scacchetti - una trivella avanzerà nella condotta obsoleta, demolendola, e al contempo trascinandosi dietro quella nuova in polipropilene. Due azioni in un colpo solo”. Una tecnologia a basso impatto socio-ambientale che consente di tagliare i tempi di realizzazione (stimati in circa 4 mesi), contenere i costi e non ripercuotersi negativamente sul traffico veicolare. “Per non interrompere il flusso delle acque reflue ed evitare pericolose dispersioni nei canali superficiali - continua il responsabile del Servizio Idrico - l’intervento prevede l’esecuzione di sei nicchie di traino e l’istallazione di by pass fognari a bordo strada mentre in quattro punti saranno aerei (in corrispondenza di via dell’Industria, via Burra Levata, via Socrate e via Delle Mondine). Tali tubi saranno realizzati a 5,5 metri di altezza dal piano viario per evitare interferenze sul traffico”.
Per tutta la durata dei lavori - appaltati a un raggruppamento temporaneo di quattro imprese del Nord Italia - in Tangenziale Losi verrà riservata una corsia per ogni senso di marcia al cantiere. Prevedibili dunque alcuni rallentamenti nelle ore di punta ma nessuna criticità sostanziale.
Jessica Bianchi

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie