Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
La Guardia di Finanza arresta due spacciatori di banconote false
Carpi | 13 Novembre 2017

Si è conclusa, con l’esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare che hanno disposto gli arresti domiciliari, un’importante operazione di servizio condotta dalle Fiamme Gialle di Parma. Gli arrestati sono due italiani, un uomo di 47 anni e una donna di 39, P.P. e R.D. le loro iniziali, accusati di acquisto e spendita di banconote false.
I provvedimenti, emessi dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Parma, sono stati eseguiti a Carpi, presso il domicilio dell’uomo, ed all’Aeroporto di Bologna, dove la donna è stata bloccata al rientro da un breve soggiorno all’estero.
L’indagine è stata avviata, di iniziativa, nel giugno 2016, a seguito di varie richieste di intervento pervenute al servizio di pubblica utilità 117 da parte di commercianti operanti nel settore del servizio a domicilio di alimenti e bevande (pizza express), i quali riferivano di aver ricevuto - quale corrispettivo - banconote risultate falsificate.
I Finanzieri sono riusciti ad arrestare una coppia di italiani residenti a Parma, colti nella flagranza di reato.
Le successive indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Parma, hanno consentito di individuare un ulteriore sodalizio criminale dedito alla spendita di denaro falso.
In particolare, le indagini tecniche e gli appostamenti e pedinamenti, svolti dai finanzieri, hanno permesso di ricostruire e documentare circa un centinaio di scambi di banconote false, del taglio di 20, 50 e 100 euro, per un valore complessivo di circa 5.000 euro; è inoltre emerso che il sodalizio illecito - capeggiato dalla donna, pluripregiudicata - si riforniva nel Sud Italia per poi spacciare il denaro in Italia, tra le province di Parma, Modena e Reggio Emilia, nonché in Spagna, nell’isola di Palma de Mallorca.
La Procura della Repubblica, all’esito alla complessiva attività di indagine, ha chiesto ed ottenuto, dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Parma, l’emissione dei provvedimenti di custodia cautelare, eseguiti dai militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Parma.


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie