Meteo Carpi
Il Tempo in versione PDF

9 TREND CHE LA TUA AZIENDA DEVE SAPERE
Web e Tech | 04 Luglio 2016

Ecco 9 punti essenziali che la tua azienda deve assolutamente sapere:

1) Facebook è la nuova TV
Non tutti sono su Facebook, ma sicuramente tantissimi. L'abitudine di molte persone è di considerare la bacheca del social network di Zuckerberg alla stregua della tv: ci si collega per sapere quali sono le novità. 

Sempre più Facebook e sempre meno TV, soprattutto considerando gli orari serali dove la connessione a Facebook raggiunge il suo picco. Addirittura l'ultima ricerca Reuters ha evidenziato che i giovani tra i 18 e 24 anni, il 28% si affida ai social per le news e solo il 24% alla tv. 

Le persone passano sempre più tempo su questa piattaforma e di conseguenza le aziende per intercettare i potenziali clienti investono risorse che una volta dedicavano ai media tradizionali. I vantaggi della pubblicità su Facebook sono diversi: la velocità, la possibilità di profilazione (sesso, età, località, interessi, professioni e tanto altro) e il costo sicuramente inferiore a tutti gli altri canali. Poi rispetto alla tv non si può cambiare canale durante gli spot. Per avere successo con una campagna sponsorizzata su Facebook non bisogna improvvisare, serve un obiettivo chiaro, un messaggio e un'immagine accattivante ma di facile comprensione e un invito all'azione chiaro. E - cosa molto importante da sapere - considera che il 70% delle persone usa Facebook dal cellulare.

2) Social più riservati, vince Whatsapp
Allo stesso tempo Facebook potrebbe essere arrivato al massimo della sua diffusione, gli "amici " sul social network non coincidono con quelli reali, le persone commentano tanto, ma scrivono meno post di proprio pugno. Per le conversazioni tra amici ormai si sceglie WhatsApp (e/o Telegram), dove solo quel gruppo di persone possono vedere i messaggi, funzione che sarebbe anche attivabile su Facebook Messanger

Una ricerca recente ha inoltre dimostrato che l'82% delle condivisioni non avviene sui social ma sui cosiddetti "dark social" ovvero tramite servizi di messaggistica (Whatsapp, Telegram, etc,), email e messaggi. 

3) Le vendite online cresceranno in modo esponenziale
Può sembrare banale a dirlo. Ma le vendite online non si combattono, il mercato non si combatte, nel mercato ci sei e devi darti da fare, punto. Nei primi anni i media tradizionali hanno fatto di tutto per combattere internet, sembrava che sul web ci fosse l'inferno e nella vita reale il paradiso, ricordate, le truffe online, che in realtà sono una percentuale minima rispetto a quelle reali.

Le vendite online cresceranno ancora di più, siamo indietro rispetto a Usa, Uk e Germania ma il trend è inarrestabile. Conosco aziende che hanno timore di vendere online perché i loro attuali clienti (negozi e distributori) potrebbero non gradire. Dispiace dirlo, ma nel vostro settore già vendono online e quando voi penserete di essere pronti potrebbe essere troppo tardi. 

4) Ma il negozio non morirà
La trasformazione è già in atto da anni, il web la sta accelerando. Un tempo in una piccola città c'erano 2 negozi di mobili, 10 pizzerie e 1 punto vendita di scarpe. Da anni con la liberalizzazione delle licenze si può aprire un negozio ovunque. 

Determinati generi soffrono della concorrenza online, ma serviranno sempre. Il negozio specializzato in articoli per il tennis e che ti accorda bene la racchetta ci sarà sempre. Possono soffrire i negozi che rivendono prodotti facilmente trovabili (grande distribuzione e internet) soprattutto senza una specializzazione, che non necessitano di una consulenza pre-acquisto. 

Non c'è più spazio per il generico, se sei in un settore affollato prova a specializzarti in una nicchia, ad esempio nel mio ultimo corso ho parlato di pizzerie senza glutine. In ogni città comunque il negozio rimane il punto di riferimento per persone adulte che sono abituate a fare acquisti in questo modo.

5) Da pc usi internet, dal cellulare usi le app. Ma non farla per la tua azienda
Da pc quasi tutti navigano, dal cellulare solo il 15%. Pensaci, il tempo che siamo sul pc lo passiamo praticamente tutto online a visionare pagine web. Ma quando ci troviamo col nostro cellulare è diverso. Sono le app a farla da padrona, passiamo solo il 15% del tempo a navigare e il resto sulle app, che sia la posta, Facebook, Meteo, Intagram o altro. 

A questo punto penserai che avere un'app aziendale può servire. E invece no, non ti serve, a meno che non puoi arricchire l'esperienza per il tuo cliente rispetto al sito web. Piuttosto pensa a migliorare la visione da cellulare del tuo sito web, e ricorda che da oltre un anno Google penalizza i siti non ottimizzati per mobile.

6)Persone che entrano nel tuo negozio, s'informano dei tuoi prodotti, li provano, li fotografano ma poi li comprano online da un'altra parte a un prezzo inferiore.

Il fenomeno si chiama SHOWROOMING e non è di facile soluzione per i commercianti. Sono esclusi i franchising perché fanno capo a un brand che probabilmente impone prezzi uguali sia online sia nei negozi e i negozi-produttori, come un fornaio ad esempio. 

Come risolvere il problema:
a) SPECIALIZZARSI. Se nel mio negozio vendo ad esempio scarpe da running e riesco a dare consigli utili e informazioni tecniche in base alla tipologia del piede e della costituzione fisica del cliente sto dando un servizio, ancora meglio se posso PERSONALIZZARE il prodotto in base alle necessità del cliente.

b) PREZZO. Accetto il gioco e adeguo il mio prezzo a quello che il cliente è riuscito a trovare sul web. In questo caso realizzo la vendita grazie al web che mi ha portato il cliente in negozio, al contrario dello showrooming in pratica. Posso eventualmente tenere il prezzo di listino e regalare un gadget.

c) EMOZIONI. Vuoi mettere provare una cosa che ti va bene e portarla via subito rispetto che dover correre online a comprarla? Devi sfruttare questo appiglio "sentimentale" per convincere il cliente che è più emozionante uscire col pacco, invece che aspettare giorni. Si può giocare in questo caso sul proporgli di tenere l'abito/articolo indosso.

7) Prima fu Apple, poi Samsung. Ora Huawei se li mangerà
La californiana Apple, la coreana Samsung e ora la cinese Huawei (pronunciato "huà uéi"). Sapete com'è la Cina. Gli diamo la produzione, la imparano e poi si fanno il loro marchio e aggrediscono il mercato. Senza conoscere il marchio Huawei, molti pensano che sia un brand di poco conto e magari un po' sfigato.

Ma sapete quando è nata Huawei? Nel 1987, si è sempre occupata di produzione e commercializzazione di prodotti, di sistemi e di soluzioni di rete e telecomunicazioni. Poi nel 2013 ha lanciato il primo smarthphone e sta già conquistando il mercato. Huawei è una società privata di proprietà dei suoi dipendenti, investe oltre il 10% del suo fatturato annuo in ricerca e sviluppo, settore in cui è impiegato circa il 45% dei suoi dipendenti, possiede 40 centri specializzati ed è tra i leader al mondo per numero di brevetti depositati, 36.500 al 2013. Può bastare?

8) Avanti tutta coi video aziendali
La comunicazione soprattutto per i più giovani è sempre più veloce, non c'è voglia di aspettare e soprattutto la comunicazione è sempre più video. Video brevi, non troppo impostati, non devono assomigliare a spot, ma allo stesso tempo devono avere una buona qualità e sentirsi bene

Le aziende devono pensare a una programmazione video per i loro clienti e potenziali tali. Anche noi ci siamo attrezzati per dare questo servizio e recentemente Facebook ha dato ad aziende e privati la possibilità di trasmettere i video in diretta sulla propria piattaforma.

Se vuoi saperne di più ti invito a seguire uno dei maggiori esperti sul tema https://www.facebook.com/montemagno 

9) Snapchat, è l'app del momentoScopri come funziona

 

Articolo scritto da Alessandro Zocca


  9 TREND CHE LA TUA AZIENDA DEVE SAPERE
Altre notize della rubrica Web e Tech
Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie

Borsa
Più lette del mese
Lo trovano abbracciato a un nano da giardino
2017-08-03

Multa  per un  ragazzo carpigiano di 25 anni sorpreso dai carabinieri mentre dormiva pe...

Schianto in via Griduzza: un morto
2017-08-03

Non ce l’ha fatta Giancarla Spezzani, 49 anni, magazziniera presso la Farmacia Santa Cateri...

Per difendere un amico si prende un pugno e uno schiaffo
2017-08-10

Martedì sera, intorno alle 22, a Carpi tre ragazze e un ragazzo stavano camminando sul lat...

Malore mentre pesca: muore in vacanza a Pineto
2017-08-07

Un carpigiano è morto mentre si trovava in vacanza a Pineto degli Abruzzi. Il cadavere &eg...

Schiamazzi notturni: è agli arresti domiciliari
2017-08-04

Intorno all’una e trenta della notte ai Carabinieri di Carpi è arrivata la segnalazi...

In auto nella pedonale Piazza Martiri
2017-08-14

I carabinieri hanno fermato intorno a mezzanotte la sua Mercedes e lo hanno sorpreso alla guida m...

Arrestato un ladro di biciclette
2017-08-10

Da qualche mese la Polizia municipale ha intensificato i controlli (anche avvalendosi dell’...

Prende a morsi il padre e lo minaccia per 50 euro
2017-08-09

Ha lanciato contro il padre uno sgabello e poi lo ha preso a morsi, tanto che per l’uomo si...

Denunciato il minore che ha sferrato il pugno
2017-08-14

Sono dovuti ricorrere alla comparazione delle arcate dentali ma, a distanza di meno di una settim...

Auguri a Margherita che festeggia 105 anni!
2017-08-17

Non poteva non essere esaudito il desiderio della signora Margherita che compie 105 anni il 18 ag...

Tra Carpi e Soliera limite dei 30 orari per il fondo deteriorato
2017-08-10

Sulla strada provinciale 12, in un tratto lungo due chilometri compreso tra l'intersezione co...

Gambizzato per il parcheggio: arrestato pregiudicato
2017-08-01

E' durata meno di due ore la fuga di Cristian Iacono, il, 38enne di Novi che domeni...

Grave incidente in via Griduzza
2017-08-03

Sono rimaste coinvolte due auto nell'incidente che si è verificato poco dopo le 15 di ...

Via Dei Grilli è esattamente come prima
2017-08-04

In via Senara a Budrione sono iniziati mercoledì 26 luglio i lavori di riasfaltatura: lune...

Clonano le sue cinque carte di credito e fanno acquisti per 30 mila euro
2017-08-11

I Carabinieri di Carpi hanno denunciato per frode informatica continuata sei persone di Bari e pr...

Lutto alla Cantina di Carpi
2017-08-07

Ieri mattina è venuto a mancare Fausto Emilio Rossi, presidente della cantina di Carpi e S...

Marco Gasparini eletto a Roma
2017-08-09

E’ carpigiano il portavoce nazionale dei cosiddetti mestieri a monte della filiera del tess...

Fontanarosa nel mirino di Sinistra Italiana
2017-08-17

Sinistra Italiana di Carpi esprime dubbi sulle dichiarazioni di Massimo Fontanarosa, direttore di...

Greg in acque libere da Piombino all'Isola d'Elba
2017-08-04

Dopo essersi confermato campione del mondo nei 1500 sl, il campione carpigiano Gregorio Paltrinie...

Tenta di rubare all’isola ecologica di via Pezzana
2017-08-04

E’ stato pizzicato dai Carabinieri di Carpi mentre ieri cercava di rubare batterie esauste ...