Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
La scienza dietro i superfood: sono davvero super?
Farmacista | 28 Giugno 2016

Il concetto del superfood diventa popolare quando si riferisce al cibo e alla salute. I media sono pieni di servizi sugli alimenti ultrasani: dai mirtilli alle barbabietole, dal cacao al salmone. Questi servizi riportano le ultime scoperte scientifiche e ci assicurano che mangiare questi alimenti darà ai nostri corpi la spinta salutare necessaria per allontanare malattie e invecchiamento. I mirtilli sono tra i superfood più popolari e conosciuti e sono stati spesso studiati dagli scienziati incuriositi dalle loro proprietà. Le elevate concentrazioni nelle bacche di un gruppo di composti vegetali antiossidanti, specialmente le antocianine, sembrano inibire la crescita di cellule tumorali del colon umano e paiono eliminarle. I mirtilli sono anche ricchi di altri antiossidanti, che hanno dimostrato di impedire e ripristinare il declino della memoria dovuto all’invecchiamento nei ratti. Gli antiossidanti sono molecole che proteggono le cellule del corpo dai danni dei radicali liberi. Questi radicali liberi provengono da fonti come il fumo di sigaretta e l’alcol e vengono anche prodotti naturalmente nel corpo durante il metabolismo.  Altri frutti che hanno ricevuto lo status di superfood comprendono le bacche di açaí e i melograni. La polpa del frutto della bacche di açaí ha dimostrato di possedere forti proprietà antiossidanti, sebbene qualsiasi suo potenziale beneficio sulla salute debba ancora essere confermato nell’uomo. Gli studi sul succo di melograno hanno suggerito che può abbassare la pressione sanguigna in poco tempo, così come può ridurre lo stress ossidativo nelle persone sane. Entrambi sono fattori di rischio significativi per le malattie cardiache.  Concludendo quando si arriva ad assicurare un apporto bilanciato dei nutrienti per una buona salute, dobbiamo aumentare la gamma degli alimenti nutritivi nella nostra dieta comprendendo anche gli  alimenti riconosciuti come ‘super’.  La nostra dieta quotidiana dovrebbe comprendere una maggiore quantità e varietà di frutta e verdure. 


Altre notize della rubrica Farmacista
Tutte le notizie di questa rubrica

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie