Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Tutti i colori dell’autunno a Carpinfiore
Carpi | 20 Settembre 2019

È di nuovo settembre ed è di nuovo Carpinfiore: sabato 21 e domenica 22 torna l’evento florovivaistico, organizzato da SGP Eventi, in collaborazione con il Comune di Carpi. Giunto alla quinta edizione autunnale (l’edizione primaverile si svolge da 28 anni), Carpinfiore è pronta ad accogliere appassionati dal pollice verde ed interessati alle piante e a i fiori: il centro della città dei Pio, da Piazza Garibaldi a via Matteotti, passando per Corso Alberto Pio e il Rialzato di Piazza Martiri, si trasformerà in un tappeto colorato e profumato con oltre 30 floricoltori provenienti da tutta Italia. Gli espositori saranno a disposizione per consigliare nella scelta delle piante da acquistare ma anche su come farle crescere e curarle, nelle serre o balconi protetti per la prossima primavera o su come piantare i bulbi e semenze.

Sono tante le varietà di fiori e di piante che sbocciano in autunno, stagione che nell’immaginario collettivo non è tradizionalmente associata alla fioritura. Ma non è affatto così: a Carpinfiore si potranno scoprire piante insolite, che fioriscono per tutto l’inverno, come ad esempio i settembrini, le begonie e il ciclamino in tantissimi colori, una delle più diffuse piante da appartamento. Vive 4-5 anni e i suoi inconfondibili fiori sbocciano per tutto l'inverno, fino ad aprile. Da citare anche le camelie, altra specie con fioriture autunnali e invernali e che sarà possibile acquistare nella due giorni carpigiana: dalla Camelia sasanqua originaria dell'isola giapponese di Okinawa alla Camelia oleifera, che in pieno inverno produce numerosissimi fiori bianchi.

Inoltre si potranno acquistare piante rare e particolari come le Thillandsie dai lunghi filamenti, le piante grasse da collezione, le piante carnivore mangia insetti e i bonsai giapponesi in tantissime varietà, tra cui anche i Kokedama, facilissimi da coltivare e molto belli esteticamente. Questo insolito tipo di pianta senza vaso è utilizzato per arredare con gusto e arte gli interni e gli esterni delle abitazioni. Le piccole creazione verdi e sferiche rimandano alla tradizione giapponese. Il termine kokedama, infatti, affonda le sue origini in due ideogrammi: koke che nella cultura giapponese significa "muschio" e dama che significa "perla" o "sfera".

Non mancheranno le tantissime varietà di peperoncini piccanti, per interno ed esterno e di piante mediterranee come Cicas e Kenzie, e piante da frutto, molto ricercate per gustare prelibatezze come aranci e limoni dalla Sicilia direttamente a casa. Molte anche le piante grasse presenti, da collezione, grandi e piccole, da tenere in casa tutto l’anno, senza bisogno di particolari cure.

Diventate ormai le “regine” delle case le orchidee; che si trovano in tanti colori e forme o in composizioni, per dare un tocco chic all’autunno che è ormai alle porte come le Phalenopsis Cambria, e Cimbrium. Sempre richiestissime, in ogni stagione le rose come l’Amazing Fantasy, selvaggia e molto resistente agli sbalzi climatici, la Rugosa Hansa, originaria del Giappone, particolare perché in primavera fiorisce continuamente con fiori rosa e magenta e in autunno le foglie diventano giallo dorato intenso e uniforme; compaiono anche le prime bacche, insieme agli ultimi fiori, grandi, tonde e arancioni, simili a pomodori. Infine tantissime ibridate inedite, nate attorno alla metà del XIX secolo dall’incontro tra rose coltivate in Europa e le delicate rose cinesi.

In esclusiva e per la prima volta a Carpi le particolari piante esotiche e tropicali come: la chenace, perenne da giardino, il senecio, pianta verde che “và a mezzombra” ma che dura fino a novembre inoltrato, la euphorbia, che fiorisce tutto l'autunno e la Celosia, che può raggiungere 1,20 m di altezza, le foglie sono alterne, di un bel verde chiaro. Le infiorescenze, portate su uno o più steli, hanno generalmente forma di pennacchio morbido o di cresta di gallo, disponibili in un’ampissima gamma di cromie, dalle più intense alle più delicate. La produzione di fiori è molto prolungata, da metà estate fino ai primi geli. In casa (con una buona illuminazione) può essere ulteriormente protratta.

Le erbe aromatiche biologiche, divenute negli ultimi anni una vera e propria scoperta per il grande pubblico. A Carpinfiore sarà possibile trovare oltre 140 tipi: dalle 30 varietà di peperoncino alla salvia, dalle fiorite santoreggia alla menta della Val d’Aosta e quella marocchina, dalla piperita alla spicata, il raperonzolo, l’erba caccialepre, l’alchemilla, e tantissime altre, per avere sempre sul proprio balcone o giardino erbe aromatiche pronte da cogliere per dare un tocco in più alla propria cucina. Infine, tantissime zucche colorate ornamentali perfette per abbellire le mise en place delle tavole autunnali.

Come ogni anno, sarà attivo un servizio gratuito di cortesia riservato a chi deciderà di acquistare vasi con piante o fiori. Un garzone porterà piante di grossa dimensione o ingombranti fino all’automobile o un altro luogo del centro.

A completare l’offerta il caratteristico mercatino dei prodotti in fibre naturali per la casa, lavande, profumi e originalissime sculture in ferro battuto per i giardini e per suggestioni d'inverno. Inoltre artisti dell’ingegno e stand gastronomici con i prodotti tipici delle regioni italiane e non solo.

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie