Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Si inaugura il Polo per l’Infanzia di Novi di Modena
Carpi | 17 Settembre 2019

Sabato 21 settembre, alle 10, si inaugura il Polo per l’Infanzia di Novi di Modena, presso il Centro Bambini e Famiglie Aquilone di via Buonarroti 3. Interverranno Enrico Diacci ed Elisa Montanari, rispettivamente sindaco e assessore alle Politiche Educative di Novi, Davide Novellini e Alessio Bondi per il Banco BPM che ha finanziato l’acquisto degli arredi esterni insieme all’AUSER di Novi, rappresentato dalla vice presidente Gabriella Bigi, e infine Patrizia Balestri, presidente dell’associazione Agente Speciale 006.
Durante la mattinata si svolgeranno laboratori per bambini ad accesso libero.
Da quando è stato aperto in via sperimentale nell’ottobre del 2014, il Centro Bambini e Famiglie Aquilone si è posto come un imprescindibile punto di riferimento del territorio, per adulti e bambini. Il Centro si caratterizza per essere un luogo ricco di relazioni dove poter giocare insieme, costruire nuovi legami, incontrarsi e confrontarsi, in un proficuo scambio sia tra pari che intergenerazionale. Col tempo l’offerta si è ampliata, includendo anche la possibilità di poter accedere un pomeriggio in più presso il nido “Girotondo” di Rovereto s/S. Il servizio è divenuto così sempre più aperto al territorio e si è caratterizzato come luogo capace di ospitare e tessere al proprio interno relazioni significative e durature. È un luogo che ospita, con orari e modalità diverse, bambini, famiglie, cittadini del territorio e non solo, interessati e coinvolti nel percorso educativo di crescita dell’intera comunità. Questa capacità relazionale “aperta” ha favorito l’incontro e lo scambio tra il sistema dei servizi all’infanzia e il territorio.
Lo spazio esterno, in particolare, da sempre appartiene a quel contesto privilegiato di possibilità e conoscenze ed è vissuto come luogo ludico e di apprendimento; propone strutture co-costruite dalle famiglie e materiali destrutturati ai quali si sono aggiunti, negli ultimi mesi, le strutture acquistate grazie alle donazioni dell’AUSER di Novi di Modena e del Banco BPM, che hanno creduto nel progetto educativo della struttura e hanno scelto di investire in luoghi dedicati all’infanzia e, di conseguenza, all’intera comunità. Grazie al loro sostegno, e al contributo dell’associazione Agente Speciale 006 che ha sostenuto il progetto di costruzione del labirinto, il Polo per l’Infanzia di Novi potrà offrire spazi sempre più “a misura di bambino”, attenti ai loro bisogni e alla loro crescita.
“In questo periodo - spiega Il sindaco Enrico Diacci - dedichiamo un'attenzione particolare alle famiglie del nostro territorio e ai bambini più piccoli perché riteniamo che la possibilità di garantire servizi di qualità per tutti, ad un costo accessibile, sia il modo migliore per tenere unita la nostra comunità”.


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie