Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Tutti giù nel parco: un’edizione straordinaria
Carpi | 06 Settembre 2019

Si è conclusa con grandissimo successo la terza edizione di Tutti giù nel parco, la rassegna estiva organizzata  dalla  Consulta Cultura del Comune di Carpi con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura, che ha animato dal 17 agosto al 4 settembre il Parco Pertini di via Bollitora e il Parco Berlinguer di via Remesina. In questi tre anni la rassegna non solo si è consolidata come appuntamento importante e atteso della CarpiEstate ma, come hanno dimostrato i numeri di affluenza di quest’anno, continua a crescere in termini di partecipazione e di apprezzamento da parte degli abitanti dei quartieri adiacenti ai parchi e anche di persone che non li frequentano abitualmente. L’obiettivo di questo progetto è valorizzare uno spazio pubblico ricco di potenzialità, attraverso una serie di eventi di carattere culturale che attraggano gli abitanti del quartiere ma non solo. L’altro elemento chiave di questa rassegna è la varietà di eventi: il ricco programma ha proposto spettacoli teatrali, incontri tematici e concerti, tutti gratuiti.
“Un bilancio senza dubbio positivo che ci rende molto orgogliosi del lavoro fatto insieme in questi mesi – afferma Alessandra Guerrini, presidente della Consulta cultura - Il mio ringraziamento va prima di tutto alle associazioni della consulta: Arci zona, Banca del tempo, Cif, Presidio di Libera Peppe Tizian, Udi  e Università della Libera età N. Ginzburg che hanno realizzato il programma selezionando accuratamente le proposte culturali, per offrire serate di svago e intrattenimento ma anche occasioni di riflessione su temi importanti. Esempi sono stati: lo spettacolo del comico di Zelig Daniele Raco, sul tema della ludopatia; l’incontro con l’economista Beppe De Marzo, su giustizia sociale e sostenibilità ecologica; gli spettacoli dedicati alle figure femminili, come quello su Alfonsina Strada e quello ironico dedicato al confronto tra le donne di ieri e le donne di oggi. L’augurio è quello di poter continuare in questa direzione e arrivare anche ad ampliare ulteriormente il progetto”.


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie