Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Ci aspettano cinque anni importanti: ora mettiamoci al lavoro per il bene della comunità
Carpi | 12 Giugno 2019

Si è svolta in Sala Giunta, nel Palazzo del Comune, la proclamazione del sindaco Alberto Bellelli così come l'ufficializzazione dei 24 componenti del nuovo Consiglio Comunale, alla presenza del dottor Giulio Zanfanti.

Questi i nomi dei consiglieri: per il Pd Stefania Campioli, Matteo Cardinazzi, Federica Cipolli, Giovanni Maestri, Marco Reggiani, Maurizio Maio, Marco Truzzi, Mauro Dorry D'Orazi, Paola Borsari, Eliana Conte, Manuela Ligabue e Andrea Bizzarri. Per Carpi 2.0 Carlo Alberto Fontanesi, Chiara Obici e Maria Giovanna Macrì; Per Lega e Fratelli d'Italia Federica Boccaletti, Annalisa Arletti, Antonio Russo, Giulio Bonzanini e Pietro Santonastasio; Per Carpi Futura Michele Pescetelli e Anna Colli; Per il Movimento 5 Stelle Monica Medici ed Eros Andrea Gaddi).

Una volta indossata nuovamente la fascia di primo cittadino, Bellelli, visibilmente emozionato, ha rinnovato il proprio “impegno affinché questa sia una comunità unita e capace di guardare con forza al futuro. Ci aspetta un grande lavoro soprattutto dopo questo ballotaggio: ad animarmi non è certo la pretesa di uniformare il pensiero, bensì l'idea che si possa correre tutti dalla stessa parte per ottenere qualcosa di importante per una città che se lo merita.

Dopo aver ringraziato tutti coloro che gli hanno “accordato la propria fiducia” e chi ha “partecipato a questa campagna elettorale sui vari fronti, nei toni giusti e rispettosi di un normale confronto politico”, Bellelli ha augurato “buon lavoro ai consiglieri” e ha annunciato che entro una decina di giorni si conoscerà la composizione della nuova squadra di Giunta.

Persone con cui “mettere in campo il lavoro per il quale i cittadini ci hanno dato fiducia in un'ottica di partecipazione. Ci aspettano cinque anni importanti. Sono pronto”, ha concluso il sindaco. Al termine della proclamazione, Bellelli si è recato davanti a Palazzo Pio e ha posato una rosa sulla targa che omaggia i caduti nell'eccidio di Piazza Martiri: “la Piazza è il simbolo della nostra identità comune. Qui sono nate le istituzioni e il nostro vivere civile. Non voglio guardare al passato ma, da qui ripartire, guardando al futuro con nuovo slancio”.

Jessica Bianchi

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie